L’Egitto chiuderà il valico di Rafah a partire da domani 5 febbraio

<!–[if !mso]> <! st1:*{behavior:url(#ieooui) } –>

Gaza – Infopal. Una fonte egiziana ha confermato ieri, martedì 3 febbraio, che le autorità egiziane, di fronte al passaggio delle merci e all’ingresso delle delegazioni, hanno deciso la chiusura del valico di Rafah, lungo la frontiera tra la Striscia di Gaza e l’Egitto, a partire da domani.

Il giornale egiziano al-Ahram ha riportato quanto dichiarato dalla fonte: «La chiusura avverrà dopo l’interruzione del passaggio dei feriti e il ritorno della maggior parte di coloro che sono stati curati negli ospedali egiziani». Ha quindi sottolineato che «il valico sarà aperto secondo i tempi stabiliti dall’Egitto e in base ai bisogni umanitari, anche questi valutati dall’Egitto».

La fonte ha spiegato che «tutti i camion carichi di aiuti provenienti dagli altri paesi, dalle organizzazioni e dalle associazioni, verranno fatti entrare nella Striscia di Gaza attraverso i valichi di Karm Abu Salem e al-Ouja».

 

La decisione egiziana viene presa mentre le Nazioni Unite e altre organizzazioni per i diritti umani chiedono l’apertura permanente di tutti i valichi della Striscia di Gaza, e in particolare di quello di Rafah, a conclusione dell’aggressione israeliana che, durata 23 giorni consecutivi, ha lasciato più di settemila vittime, tra morti e feriti, oltre a decine di migliaia di case distrutte e di senza tetto.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"