La censura di Zuckerberg contro i media palestinesi: chiuso account Instagram di PIC

Gerusalemme occupata – PIC. Il Palestinian Information Center (PIC) ha affermato che Instagram ha bloccato il suo account, che aveva oltre 170 mila follower, all’interno di una politica che prende di mira i contenuti palestinesi, descrivendo il passaggio come “improvviso ed ingiustificato”.

PIC ha affermato che Instagram, appartenente a Facebook, ha disabilitato il suo account nonostante il suo impegno nei confronti dei regolamenti, e che tale provvedimento è un riflesso del pregiudizio generale contro la causa palestinese ed il diritto “legittimo e sancito dalla giurisprudenza internazionale” del popolo palestinese di resistere all’occupazione israeliana.

PIC ha chiesto alla direzione di Instagram di fare marcia indietro su tale azione arbitraria e di smettere di censurare i contenuti pro-palestinesi.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"