La Francia apre inchiesta su morte di Arafat

Parigi – Pal.info. La procura di Nanterre (a ovest di Parigi) martedì 28 agosto ha aperto un’inchiesta giudiziaria sulla morte del leader palestinese Yasser Arafat, avvenuta nel 2004.

La vedova del presidente dell’Anp, Suha Arafat, aveva presentato denuncia per omicidio contro ignoti e la sua richiesta è stata accolta.

La possibilità che sia stato avvelenato è stato menzionata di nuovo, dopo la messa in onda il 3 luglio, di un reportage di Al-Jazeera che afferma che il laboratorio di Losanna ha proceduto ad un’analisi biologica sugli effetti personali di Yasser Arafat portati dalla vedova all’ospedale militare di Percy. L’analisi ha dimostrato l’esistenza di una “quantità abnorme di polonio”, che è una sostanza radioattiva e altamente tossica.

Secondo il portavoce del centro medico dell’Università di Losanna, venerdì 24 agosto l’Istituto di radiofisica ha annunciato che procederà a test di laboratorio sulla salma del presidente Yasser Arafat, dopo aver ricevuto l’approvazione della vedova.

Esperti svizzeri si recheranno in Cisgiordania per raccogliere campioni, alla ricerca di tracce di polonio, dopo aver ricevuto anche l’approvazione dell’Autorità palestinese.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"