La Mavi Marmara arriva in Turchia dopo le pressioni su Israele

Istanbul – Pal-Info. Le pressioni esercitate dal governo di Erdoğan nei confronti di Israele per la restituzione della nave Mavi Marmara hanno avuto il loro esito, e sabato l'imbarcazione è giunta al porto d'Iskenderun.

Con il ritorno della Mavi Marmara alla Turchia, Israele ha soddisfatto una delle cinque condizioni poste da Ankara.

Le altre quattro riguardavano: le scuse ufficiali, la formazione di una commissione d'inchiesta internazionale, il risarcimento per l'assalto militare e la rimozione dell'assedio di Gaza.

Intanto, Tel Aviv ha rinunciato a chiedere la firma di un patto che proibisca ai turchi di navigare ancora in direzione di Gaza.

Insieme alla Mavi Marmara, Israele ha restituito altre due navi turche, più due di nazionalità greca.

La nave da crociera è però tornata indietro “ridipinta”: l'esercito israeliano ha infatti tentato di coprire le prove dell'efferato massacro di attivisti e giornalisti, con della vernice. Mavi Marmara: fori dei proiettili coperti con la vernice

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"