La nave irlandese determinata ad arrivare a Gaza

An-Nasira (Nazareth) – Infopal. Fonti giornalistiche israeliane riferiscono che il governo di Tel Aviv è in contatto con quello irlandese per convincerlo a non far avanzare fino a Gaza la nave “Rachel Corrie”, una di quelle che compongono la Freedom Flotilla e che è partita in ritardo.

“Il governo israeliano sta cercando di convincere quello irlandese a far proseguire la 'Rachel Corrie' verso il porto di Ashdod, e non a Gaza, per evitare un'altra operazione militare in mare aperto”. Così la radio israeliana, che ha aggiunto che comunicazioni sono in corso col capitano della nave stessa.

Ci si attende che la nave “Rachel Corrie” arrivi alle coste di Gaza venerdì o sabato, malgrado l'aggressione già subita dalle navi della Flotilla che l'hanno preceduta.

Uno dei membri dell'equipaggio della nave afferma: “Siamo decisi a continuare il nostro percorso verso Gaza, malgrado l'embargo imposto da Israele”.

Presto la nave arriverà nello stesso punto, in acque internazionali, che ha visto l'aggressione israeliana di lunedì scorso.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"