L'Alta Corte di Giustizia israeliana blocca ordine di confisca delle proprietà di associazioni benefiche. Evitato il disastro per migliaia di famiglie.

L’Alta Corte di Giustizia israeliana ha deciso di congelare un ordine militare di confisca delle proprietà della Società caritativa islamica e della Lega della Gioventù musulmana nella città di Hebron, in Cisgiordania. Lo ha comunicato ieri Abdul-Kareem Farrah, addetto stampa della prima organizzazione.
E ha aggiunto che le associazioni benefiche hanno bisogno di sostegno politico da parte dell’Autorità Nazionale palestinese e della comunità internazionale.

Lo scorso febbraio, un comandante israeliano ha emesso un ordine di confisca di tutte le proprietà appartenenti alle due associazioni caritative, comprese scuole, edifici e abitazioni. Se la decisione fosse stata eseguita pienamente, 7.000 studenti non avrebbero più scuole, 4.000 orfani sarebbero senza casa, 5.000 famiglie bisognose sarebbero senza assistenza, e 800 dipendenti sarebbero disoccupati.

Fonte: Maan News – Hebron

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"