L’ANP non è interessata a denunciare Israele alla ICC

riham-dawabsheh-funeral-ceremony

Imemc. Il giorno dopo la morte della madre del bimbo palestinese bruciato vivo dai coloni a Nablus, una parlamentare palestinese ha dichiarato che l’Anp non è interessata a perseguire Israele. E’ quanto ha scritto lunedì Quds Press, riportando le dichiarazioni della deputata Mona Mansour.

Dopo che membri della famiglia Dawabsha sono stati uccisi in un attacco incendiario perpetrato da coloni israeliani, l’Anp aveva annunciato che avrebbe presentato denuncia alla Corte criminale internazionale chiedendo l’incriminazione dei coloni.

Tuttavia, Mansour ha detto: “L’Anp non è interessata a perseguire l’occupazione israeliana per i suoi crimini”.

Secondo Quds Press, Mansour, che è un rappresentante di Hamas, ha accusato l’Anp di aver fallito nel proteggere i Palestinesi: “Se l’Anp fosse interessata a perseguire l’occupazione israeliana, porrebbe fine al coordinamento nella sicurezza, che ha come obiettivo reprimere la resistenza palestinese”.

Mansour ha ribadito che il popolo palestinese è in grado di riattivare la resistenza e di combattere l’occupazione israeliana, e ha invitato i Palestinesi a unirsi per il bene comune e non per quello di Israele.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"