L’arcivescovo greco-ortodosso Hanna: “Siamo tutti uniti di fronte agli attacchi di Israele”

-45568953PIC. Mercoledì mattina, l’arcivescovo greco-ortodosso di Sebastia, Atallah Hanna, ha visitato i giovani gerosolimitani feriti negli ultimi tre giorni mentre cercavano di impedire gli attacchi e le irruzioni di coloni e forze israeliane nel complesso nella moschea di al-Aqsa.

Durante una conferenza stampa svoltasi poco dopo la sua visita all’ospedale Makassed, l’arcivescovo Hanna ha denunciato l’escalation di attacchi israeliani contro la moschea di al-Aqsa e i fedeli radunati in sit-in.

Ha sottolineato “il bisogno urgente di una reale azione in difesa della moschea di al-Aqsa e dei luoghi santi a Gerusalemme Est occupata”.

“I Cristiani gerosolimitani esprimono totale rifiuto delle aggressioni israeliani contro i luoghi santi musulmani”, ha dichiarato Hanna.

“L’escalation israeliana – ha aggiunto -, non fa altro che rafforzare la nostra determinazione, fermezza e rifiuto di tali pratiche ingiuste”.

“Noi, in quanto Cristiani, condividiamo lo stesso dolore e tristezza dei nostri fratelli musulmani a Gerusalemme occupata. La moschea di al-Aqsa è la questione principale per tutto il popolo palestinese, cristiano e musulmano”.

Ha concluso salutando “l’eroica determinazione di coloro che hanno sacrificato le loro vite in difesa della moschea di al-Aqsa”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"