Le forze di occupazione feriscono 40 palestinesi vicino a Nablus

Nablus-Quds Press. Venerdì, 40 palestinesi sono rimasti feriti da proiettili e soffocati da lacrimogeni durante attacchi delle forze di occupazione a Jabal Al-Arma, a sud di Nablus (a nord della Gerusalemme occupata).

Fonti locali hanno riferito che le forze di occupazione israeliane hanno invaso l’area di Jabal al-Arma, nei pressi della città di Beta, a sud-est di Nablus, e hanno lanciato candelotti di gas lacrimogeni per disperdere un sit-in contro gli insediamenti.

La Mezzaluna rossa palestinese, in una nota, ha affermato che i suoi equipaggi “hanno trattato 40 feriti palestinesi durante scontri vicino alla città di Beita, incluso un ragazzo di 16 anni, che è stato ferito con proiettili letali alla schiena”. Il ragazzo è stato trasferito in ospedale.

La Mezzaluna rossa ha sottolineato che i suoi equipaggi hanno soccorso 15 persone ferite da proiettili di metallo rivestiti di gomma e 24 casi di soffocamento.

Le fonti hanno affermato che gli scontri tra i cittadini e le forze di occupazione nell’area continuano ancora e che le autorità di occupazione hanno dichiarato l’area appartenente alle terre del villaggio di Beta zona militare per tutta la giornata.

Da mezzanotte, decine di palestinesi hanno organizzato un sit-in a Jabal al-Arma, dopo gli inviti di gruppi di coloni a sequestrare l’area per stabilirvi un insediamento ebraico.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"