Le forze d’occupazione israeliane feriscono 17 palestinesi durante funerale.


Gaza – Infopal. Diciassette palestinesi sono stati feriti dal fuoco delle forze di occupazione israeliane, sabato 26 settembre dopo mezzogiorno, durante i funerali delle vittime della strage che ha avuto luogo venerdì scorso nella Striscia di Gaza, quando si verificarono scontri tra le Brigate al-Quds e soldati israeliani appostati al confine orientale.

Il dott. Mu‘awiya Hassaneyn, direttore del Pronto soccorso del ministero della Sanità di Gaza, in collegamento telefonico con il nostro corrispondente, ha affermato che “le forze di occupazione appostate ai confini orientali del campo profughi di Jabalia hanno sparato contro i partecipanti al corteo funebre, ferendone 17, alcuni in maniera abbastanza grave, altri lievemente”.

Una grande folla, ieri dopo mezzogiorno, ha partecipato ai funerali dei combattenti delle brigate al-Quds, l’ala militare del Jihad Islamico, uccisi venerdì sera da un missile israeliano lanciato contro la loro automobile, mentre attraversavano via al-Jaru, nel quartiere at-Tuffah, nella parte orientale di Gaza.

Il corteo funebre, partendo dalla moschea di Omar, si è snodato per le vie di Gaza con la partecipazione dei capi del Jihad Islamico e di altre fazioni, dalle quali s’è alzata la richiesta, rivolta alle ali militari dei movimenti, di rispondere a quest’ultimo assassinio.

Il leader del Jihad Islamico, Khudr Habib, ha biasimato il “silenzio degli arabi verso questi crimini”, e ha auspicato un maggior sforzo per raggiungere un’unità nazionale capace di fronteggiare l’aggressione israeliana.

 

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"