Le forze israeliane bloccano la commemorazione di Arafat: scontri a Gerusalemme

Gerusalemme – Ma’an. Le forze israeliane e agenti dell’intelligence hanno fatto irruzione nel club sportivo nel quartiere di Silwan a Gerusalemme e hanno disperso i palestinesi che stavano commemorando il nono anniversario della morte dell’ex-presidente Yasser Arafat.

I testimoni hanno riferito a Ma’an che un gran numero di agenti israeliani ha preso d’assalto il club e ha costretto i presenti ad andarsene immediatamente. L’esercito ha presentato un ordine firmato dal ministro degli Interni israeliano che ne vietava la commemorazione.

“Dopo che è stato comunicato che l’11 novembre 2013, l’Autorità Palestinese aveva organizzato una celebrazione al club Silwan per commemorare l’anniversario di Yasser Arafat, senza una licenza o un permesso scritto, si vieta l’attività nel club o in qualsiasi altro luogo a Gerusalemme“, recita l’ordine.

Il segretario generale di Fatah a Gerusalemme, Omar Shalabi, ha  denunciato il divieto e ha sottolineato che i soldati israeliani hanno consegnato la citazione a Maamoon Abbasi, Anas Abbasi, Muhammad Abu Swayy e Ghadyan Qemary.

Gli scontri hanno avuto luogo vicino al club tra le forze israeliane e i giovani palestinesi. Gli israeliani hanno sparato granate stordenti ai presenti alla commemorazione, e un motociclista, che era alla guida nelle vicinanze, è stato ferito dalle schegge.

Il portavoce della polizia di Israele, Micky Rosenfeld, ha dichiarato a Ma’an che gli agenti di polizia hanno risposto ad un “evento vietato” a Silwan dove erano stati attaccati dai palestinesi che lanciavano pietre.

Ha detto che le forze israeliane hanno risposto usando granate stordenti, ma ha negato che qualcuno sia rimasto ferito.

Gli attivisti di Gerusalemme hanno lanciato palloncini a forma di bandiere palestinesi e foto di Arafat.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"