Le forze israeliane uccidono un ragazzo di 17 anni e feriscono altre due persone.

Questa mattina, un ragazzo palestinese è stato ucciso vicino al valico di Kissufim, a est della Striscia di Gaza, dalle forze di occupazione israeliane. Altre due persone sono rimaste ferite e poi arrestate.

Fonti sanitarie palestinesi hanno reso noto che Mahran Zakariya Abu Nasir (17 anni) è stato ucciso da colpi che lo hanno raggiunto allo stomaco. Quando è arrivato nell’ospedale Martiri di Al-Aqsa, nella città di Deir Al-Balah, ospedale era ormai morto.

Il ragazzo è stato assassinato da soldati israeliani che stazionavano nell’area a est di Rafah, mentre si trovava insieme ad altre due persone, poi ferite e arrestate, in una zona di scavi dove erano all’opera due bulldozer israeliani.

Sempre questa mattina, il cadavere di un uomo di circa 45 anni, Hisham Hammad, è stato portato all’ospedale Abu Yousef An-Najar, a Rafah.
L’uomo era stato arrestato tre giorni fa dalle Forze Esecutive del ministero degli Interni, a Rafah.
Un portavoce delle Forze, Islam Shahwan, ha dichiarato che Hammad è morto a seguito di un attacco cardiaco, questa mattina. Alcune voci sostengono che l’uomo avesse segni di tortura sul corpo.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"