Le IOF arrestano un bambino nei cortili della moschea al-Ibrahimi

Gerusalemme-PIC, Quds Press, Wafa. Lunedì, le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno arrestato un bambino al check-point di Abu Al-Rish, nei cortili della moschea Ibrahimi ad al-Khalil/Hebron.

Le autorità israeliane di occupazione hanno chiuso la moschea Ibrahimi da sabato sera e imposto misure severe nella Città Vecchia con il pretesto di garantire le celebrazioni dei coloni del capodanno ebraico.

A Gerusalemme occupata, la polizia di occupazione ha arrestato Malik Mustafa dopo aver preso d’assalto la città di al-Issawiya.

Lunedì sera, l’intelligence israeliana ha convocato Muhammad Karout Idkidk, giornalista e attivista, vicino a Bab al-Sahira, a Gerusalemme.

Nel frattempo, i cortili della moschea di Al-Aqsa sono stati testimoni delle incursioni pomeridiane di coloni ebrei che indossavano abiti speciali in coincidenza con il cosiddetto capodanno ebraico.

Nel mese di agosto, le violazioni dell’occupazione sono aumentate in Cisgiordania e Gerusalemme.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"