L’esercito israeliano dichiara l’area desertica della Cisgiordania “zona militare chiusa”

Gerusalemme-Ma’an. Lunedì, l’esercito israeliano ha dichiarato parte del deserto a est di Gerusalemme, in Cisgiordania, “zona militare chiusa”, ha riferito il leader di un comitato locale.

Bassam Bahr, il capo del comitato per difendere il territorio e resistere agli insediamenti, ha dichiarato a Ma’an che l’esercito israeliano aveva vietato ai Palestinesi di entrare in una zona desertica che si estende dall’est di Anata, Betlemme, Hebron fino al Mar Morto.

La decisione fa parte di una politica israeliana di furto della terra e di “giudaizzazione” della Cisgiordania, ha affermato Bahr.

Ha aggiunto che l’Autorità palestinese aveva precedentemente annunciato l’intenzione di costruire un aeroporto e una riserva naturale nella zona, ma che  “l’occupazione israeliana ha preceduto le iniziative palestinesi.”

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"