L’esercito israeliano impone blocco navale su Gaza

Gaza-PIC. L’esercito di occupazione israeliano mercoledì sera ha imposto un blocco navale sulla Striscia di Gaza, sostenendo che gli attacchi con palloncini incendiari dall’enclave costiera non sono stati fermati.

In una dichiarazione, l’esercito israeliano ha affermato che il blocco navale su Gaza sarà “fino a nuovo avviso”, citando i palloncini incendiari come motivo della misura.

Mercoledì, palloni a elio che trasportavano materiali incendiari provenienti da Gaza hanno causato otto incendi nei terreni agricoli del sud di Israele, secondo quanto riferito da fonti israeliane.

L’azione di protesta è giunta dopo che Israele aveva ridotto a sei miglia nautiche l’area di pesca consentita nelle acque di Gaza.

I giovani manifestanti di Gaza lanciano aquiloni o palloncini incendiari nelle aree israeliane in risposta all’uso della forza da parte dell’esercito israeliano contro i partecipanti ai raduni settimanali della Marcia del Ritorno.

La Striscia di Gaza, che ospita circa due milioni di persone, è sotto il blocco dal 2007: Israele limita strettamente l’uscita e l’ingresso di persone e merci, infliggendo una crisi umanitaria sul territorio.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"