L’occupazione israeliana dà il via libera a nuove abitazioni coloniali a Hebron

Hebron/Al-Khalil – PIC. Il governo di occupazione israeliana ha approvato la costruzione di un nuovo quartiere nell’insediamento vicino al mercato di vendita all’ingrosso nella città di Hebron/Al-Khalil, nel sud della Cisgiordania, secondo quanto ha riportato l’israeliano Canale 7.

Secondo la stessa fonte, il ministro della guerra Avigdor Lieberman ha dato istruzioni per la costruzione di nuovi appartamenti dopo aver ottenuto il permesso legale a tal fine, concesso dal procuratore militare.

Una decisione che è stata bloccata per diversi anni, a causa della mancanza di questo permesso legale.

Il progetto, il secondo di questo tipo recentemente approvato da Lieberman, segna un altro passo nel tentativo israeliano di rubare la terra palestinese, trasformandola in “proprietà israeliana”.

Tra i 500 e i 600mila israeliani vivono negli insediamenti ebraici attraverso i Territori palestinesi occupati, violando il diritto internazionale.

Tutti gli insediamenti in Cisgiordania sono illegali secondo il diritto internazionale, in particolare rispetto all’articolo 49 della Convenzione di Ginevra, che stabilisce che la forza di occupazione non deve deportare o trasferire con la forza la popolazione civile nei Territori occupati.

Traduzione per InfoPal di Chiara Parisi

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"