L’Unrwa preoccupata per il crescente numero di vittime palestinesi in Siria

Pal.info e InfoPal. L’Unrwa, l’Agenzia dell’Onu per i profughi, ha espresso preoccupazione per il crescente numero di profughi palestinesi uccisi nel conflitto interno in corso in Siria.

Domenica 10 febbraio, l’Agenzia ha diramato un comunicato stampa in cui dichiara: “L’Unrwa deplora l’implacabile conflitto armato in Siria e l’estrema sofferenza che sta infliggendo ai civili, compresi i rifugiati palestinesi. In recenti comunicati, l’Agenzia ha messo in luce il dramma dei tanti costretti ad abbandonare i campi profughi a Damasco per cercare salvezza altrove, e la tragedia di chi rimane nei campi. I rifugiati palestinesi non sono in grado di potersi muovere con sicurezza, sono soggetti a severe restrizioni di movimento e stanno affrontando un’escalation di minacce causate da bombardamenti e scontri armati. La povertà e la deprivazione sono in aumento nella comunità palestinese, inasprendo la vulnerabilità che esisteva prima del conflitto, e la mancanza di accesso al cibo e ai servizi essenziali continua a causare gravi problemi. Tali sviluppi hanno lasciato la comunità dei rifugiati palestinesi, così come i loro vicini siriani, profondamente traumatizzata e spaventata verso il futuro”.

L’Unrwa ha invitato tutte le parti nel conflitto a rispettare i propri obblighi nell’ambito della legge internazionale, a trattenersi dall’estendere il conflitto nelle aree residenziali, a garantire la protezione dei rifugiati palestinesi e degli altri civili in Siria, e a fare gli sforzi necessari per risolvere le differenze attraverso un dialogo politico.

Il bilancio dell’ultima settimana di conflitto interno ha provocato 18 vittime palestinesi.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"