Mancanza di medicinali mette a rischio vita di malati di cancro di Gaza

Gaza-PIC. Il ministero della Sanità palestinese a Gaza ha affermato che, da domenica, l’ospedale al-Rantisi non può più fornire ai pazienti oncologici la chemioterapia.

Il portavoce del ministero, Ashraf al-Qedra, ha dichiarato sabato che i magazzini del ministero della Sanità e dei suoi ospedali hanno esaurito le medicine essenziali utilizzate per trattare il cancro.

Qedra ha avvertito che l’incapacità di fornire cure a centinaia di malati di cancro avrebbe messo le loro vite in reale pericolo, sottolineando la necessità di trovare una soluzione rapida alla crisi di medicinali a Gaza.

Secondo le autorità sanitarie di Gaza, il 90% dei farmaci necessari per il trattamento del cancro è diventato indisponibile negli ospedali e nei centri medici.

Questa scarsità di forniture mediche e di droghe si è gradualmente aggravata da quando il ministero della Sanità di Ramallah ha deciso di non fornire più a Gaza la sua quota di medicine, che vengono concesse dai Paesi donatori.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"