Mentre le fazioni palestinesi si accordano su un cessate il fuoco con Israele, Tsahal uccide 3 cittadini.

Gaza – Infopal

Il bilancio della mattanza israeliana degli ultimi due giorni è di 3 morti e numerosi feriti.
Ieri mattina, un combattente palestinese è stato ucciso e due bambini sono rimasti feriti a seguito di attacchi dell’esercito israeliano contro il sud della Striscia di Gaza.

Testimoni oculari hanno raccontato che un drone ha lanciato un missile contro Nafith Mansour, 40 anni, un leader delle brigate al-Qassam, ala armata di Hamas, uccidendolo. Mansour stava percorrendo a piedi una delle strade del campo profughi di ash-Shabura, nei pressi di Rafah. Ferito gravemente, è morto poco dopo.

Una ragazzetta di 13 anni, Khoulud Injili, è stata ferita.

Durante un’aggressione di Tsahal, avvenuta contro l’area di al-Farahin, a est di Khan Younes, nel sud della Striscia, un altro ragazzino, Imad Kadeh, 12 anni, è stato raggiunto alla testa dalle pallottole sparate da soldati israeliani, e versa in gravi condizioni.

Corazzati e bulldozer israeliani hanno invaso la zona ieri mattina all’alba, sparando all’impazzata contro le abitazioni. Un proiettile s’è conficcato la testa del piccolo Imad.

Sempre a al-Farahin, un uomo, Muhammad Abu Duqqa, è stato colpito alla testa da proiettili sparati dalle forze di invasione israeliane.

Il dott. Mu’awiyya Hassanin, direttore del servizio ambulanze e pronto soccorso del ministero della sanità palestinese, ha affermato che l’esercito israeliano ha preso di mira un gruppo di combattenti, ferendone tre.

Mercoledì sera, un fabbro di 38 anni, Awad al-Qiq, è stato ucciso da un bombardamento israeliano che si è nel suo negozio, a Rafah.

Ricordiamo che, due giorni fa, le fazioni palestinesi hanno trovato un accordo sul cessate il fuoco bilaterale con Israele proposto dall’Egitto. Ma Israele vuole davvero la pace?

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"