Mladenov e l’UE chiedono a Israele di fermare le demolizioni di massa a Sur Baher

PIC. L’inviato per la pace in Medio Oriente delle Nazioni Unite Nickolay Mladenov e l’Unione Europea (UE) hanno chiesto alle autorità di occupazione israeliane di fermare la demolizione di decine di appartamenti palestinesi nel quartiere di Wadi Hummus nella città di Sur Baher, a est di Gerusalemme.

“Nonostante gli appelli a non procedere con la demolizione, la distruzione di edifici residenziali a Sur Baher dislocherà molte famiglie palestinesi”, ha dichiarato Mladenov su Twitter.

“Nessun aiuto umanitario può compensare la loro sofferenza! Israele deve interrompere questa politica”, ha aggiunto.

L’UE ha inoltre esortato Israele a fermare immediatamente le demolizioni.
“In linea con la posizione di lunga data dell’UE, ci aspettiamo che le autorità israeliane fermino immediatamente le demolizioni in corso”, ha dichiarato un portavoce delle politiche estere UE.
“Il proseguimento di questa politica mina la fattibilità della soluzione a due stati e la prospettiva di una pace duratura e mette seriamente a rischio la possibilità che Gerusalemme funga da futura capitale di entrambi gli Stati”, ha aggiunto il portavoce.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"