Mosca avverte: 'No a colloqui diretti mentre proseguono gli insediamenti di coloni'

Mosca – Infopal. Il ministero degli Esteri russo ha avvertito le due parti, israeliana e palestinese, di non intraprendere iniziative unilaterali “per non danneggiare il lavoro politico in vista dei negoziati”, sottolineando che è necessario uno stop assoluto delle costruzioni di insediamenti ebraici nei “Territori occupati palestinesi”.

Il ministero degli Esteri russo ha poi sottolineato “l'estrema importanza di non danneggiare gli ultimi sviluppi positivi nella 'questione israelo-palestinese' [la questione, in realtà, è regionale, se non mondiale, ndr] con azioni unilaterali, ad esempio con la prosecuzione della costruzione di insediamenti di coloni ebrei, specialmente a Gerusalemme est”.

Per quanto riguarda la decisione del “Comitato Arabo di monitoraggio” di approvare l'avvio di negoziati diretti tra Ramallah e Tel Aviv, il ministero degli Esteri russo invita a riprendere i colloqui bilaterali “al più presto possibile, sulla base del diritto internazionale, in modo da trovare una soluzione che soddisfi le due parti, e come preludio per la nascita di uno Stato palestinese indipendente che conviva con Israele in pace e sicurezza”.

Il ministero degli Esteri russo ha poi espresso l'intenzione di proseguire i suoi sforzi per far progredire il “processo di pace” in Medio Oriente attraverso i contatti bilaterali con le parti interessate e coordinandosi col “Quartetto”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"