Nablus, scontri presso la Tomba di Giuseppe tra Palestinesi e forze di occupazione

Nablus-PIC. All’alba di lunedì, a Nablus, sono scoppiati scontri tra decine di giovani locali e forze di occupazione israeliane (IOF), dopo che centinaia di coloni ebrei avevano invaso l’area della Tomba di Giuseppe, protetti dall’esercito.

Il sito web israeliano 0404 ha riferito che 1.000 coloni sono entrati nell’area della Tomba di Giuseppe e hanno eseguito riti religiosi.

Un giornalista di PIC ha citato testimoni oculari secondo i quali centinaia di coloni sono giunti a bordo di autobus e automobili e hanno invaso la città entrando da Beit Furik, accompagnati da un vasto spiegamento di veicoli militari israeliani.

Un drone ha sorvolato l’area durante l’incursione.

Gli scontri, che sono continuati fino alle prime ore del mattino, sono scoppiati quando i soldati israeliani hanno lanciato candelotti lacrimogeni, provocando diversi casi di soffocamento tra i giovani palestinesi. A decine sono rimasti feriti.

Diversi cecchini dell’esercito israeliano erano stati posizionati sui tetti che si affacciano sull’area, prima dell’ingresso dei coloni, secondo quanto riferito da fonti locali.

Lunedì, gruppi ebraici hanno invitato a un’invasione di massa nella tomba di Giuseppe.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"