Nazzal: ‘La situazione di caos nella Striscia è opera di Dahlan’.

Mohammed Nazzal, membro dell’Ufficio politico di Hamas, ha dichiarato che il caos nella sicurezza interna palestinese ha l’obiettivo di far fallire il dialogo nazionale.

E ha sottolineato che gli scontri sono scoppiati "a seguito del successo del vertice tra Mahmoud Abbas, presidente dell’Anp, e Khaled Misha’al, capo dell’Ufficio politico di Hamas, a Damasco, e dopo la ripresa del dialogo nazionale a Gaza".

Il capo di Hamas ha aggiunto che "al parlamentare di Fatah, Mohammed Dahlan, e ai suoi sostenitori, non sono piaciuti questi sviluppi positivi e hanno così lavorato per infiammare la situazione attraverso un serie di attacchi: il bombardamento dell’ufficio della tv Al-Arabiya, a Gaza; il rapimento del console francese e delle sue guardie del corpo, a Nablus; l’esplosione di un ordigno contro una jeep su cui viaggiavano membri delle Forze Esecutive, a Gaza".

Nazzal ha sottolineato che gli attacchi hanno fatto seguito alle affermazioni della Segretario di Stato Usa, Condoleezza Rice, alla conferenza di Davos, contrarie alla formazione di un governo palestinese di unità nazionale.

E ha aggiunto che il caos nella sicurezza, "ispirato da Dahlan, ha portato alla morte di oltre 20 palestinesi nella Striscia di Gaza".

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"