Nel 2018 Israele ha demolito 538 edifici palestinesi

Ramallah-PIC. Nel 2018, le forze d’occupazione israeliane hanno demolito 538 case e strutture palestinesi in Cisgiordania, lasciando 1.300 palestinesi senza casa.

Venerdì, il Centro per gli studi e la documentazione Abdullah al-Hurani ha pubblicato un rapporto secondo il quale 157 case palestinesi e 381 strutture sono state demolite o sequestrate in Cisgiordania, con un aumento del 24% rispetto al 2017.

Oltre 1.300 palestinesi sono rimasti senza casa, tra cui 225 bambini; il 45% delle strutture demolite erano a Gerusalemme.

Nel 2018, le forze d’occupazione israeliane hanno emesso ordini di arresto dei lavori o di demolizione contro 460 edifici palestinesi, il 27% dei quali a Gerusalemme.

Sempre nello stesso anno, le forze israeliane hanno demolito 5 scuole ed asili e hanno notificato la demolizione di altre 8 strutture scolastiche.

Sulla base del rapporto, l’amministrazione civile israeliana ha emesso un ordine militare per rimuovere tutti gli edifici palestinesi, nell’area C, con lavori di costruzione incompiuti e quelli che non sono abitati da 30 giorni.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"