Nel 2020 Israele ha arrestato 4634 palestinesi

Territori palestinesi occupati – MEMO. Nel 2220, le autorità d’occupazione israeliane hanno arrestato 4.634 palestinesi, inclusi 543 minorenni e 128 donne, secondo una dichiarazione rilasciata da istituzioni che si occupano di prigionieri e diritti umani.

La dichiarazione è stata firmata dalla Società per i prigionieri palestinesi, dall’Associazione Addameer per i diritti umani e dalla Commissione per gli affari dei prigionieri.

Le autorità d’occupazione lanciano campagne d’arresto quasi quotidiane in Cisgiordania, ma di solito rilasciano alcuni detenuti dopo averli interrogati, ed altri dopo l’udienza in tribunale.

La dichiarazione ha indicato che il numero totale di detenuti palestinesi nelle carceri israeliane, alla fine dell’anno, ha raggiunto i 4.400, tra cui 40 donne e 170 minorenni, mentre il numero di detenuti amministrativi è stimato a 380. Il numero di detenuti con problemi di salute è arrivato a 700, tra i quali dieci malati di cancro e 300 con altri tipi di malattie croniche.

Durante il 2020, Israele ha emesso cinque ergastoli, portando a 543 il numero di detenuti che scontano questo tipo di condanna.

La dichiarazione evidenzia che le autorità israeliane “nel 2020 hanno intensificato gli arresti arbitrari di minorenni e donne palestinesi e li hanno sottoposti a diversi metodi di tortura, durante e dopo l’arresto”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"