Per non dimenticare i massacri sionisti…

1946 – Massacro del King David Hotel: 92 morti e 58 feriti; 1947 – Massacro di Yehida: 7 morti e decine di feriti; 1947 – Massacro di Khisasa: 10 morti; 1947 – Massacro di Qazaza: 5 bambini morti; 1948 – Massacro all’albergo Semiramis: 18 morti e 16 feriti; 1948 – Massacro di Deir Yassin: 250 morti; 1948 – Massacro di Nasser Ed-Din: intero villaggio massacrato; 1948 -Massacro di Tantura: 200 morti, villaggio raso al suolo; 1948 – Massacro di Beit Daras: villaggio raso al suolo, popolazione sterminata; 1948 – Massacro della Moschea di Dahmash: 100 morti più i profughi che morirono successivamente per gli stenti; 1948 – Massacro di Dawayma: 100 morti, tra cui molti bambini uccisi a bastonate; 1948 -Massacro di Houla: 82 morti,11 mila profughi; 1948 – Massacro di Salha: 105 morti; 1951 – Massacro di Sharafat: 10 morti e 8 feriti; 1953 – Massacro di Qibya: 67 morti, decine di feriti; 1956 – Massacro di Kafr Qasem: 43 morti; 1956 – Massacro di Khan Yunis: 315 morti; 1956 – Massacro di Gaza: 60 morti e 102 feriti; 1966 – Massacro di Sammou’: 18 morti e 54 feriti; 1975 – Massacro di Kawnin: 16 morti; massacro di Hanin: 20 morti; 1976 – Massacro di Bint Jbeil: 23 morti e 30 feriti; 1978 – Massacro di Abbasieh: 80 morti; 1981 – Massacro di Saida: 20 morti e 30 feriti; 1981 – Massacro di Fakhani: 150 morti e 600 feriti; massacro di Tel Ez Zatar: 3000 profughi trucidati; 1982 – Massacro di Sabra e Shatila: il numero dei morti non è mai stato stabilito con esattezza, ma una stima approssimativa è tra 1700 e 2500 vittime.1986 – Massacro di Al-Naher Al-Bared: 20 morti e 22 feriti; 1987 – Massacro di Ayn El-Hilweh: 65 morti e 41 feriti; 1990 – Massacro di Oyon Qara: 20 morti; 1990 – Massacro della Moschea di Aqsa: 23 morti e 850 feriti; 1994 – Massacro di Hebron: 24 morti e oltre 100 feriti; 1994 – Massacro di Jabalya: 6 morti e 49 feriti; 1994 – Massacro al Checkpoint di Eretz: 13 morti e 200 feriti; 1994 – Massacro di Deir Al- Zahrani: 8 morti e 17 feriti; 1994 – massacro di Nabatiyeh: 4 bambini morti e 10 feriti; 1996 – Massacro di Mnsuriah: 6 donne su un ambulanza; 1998 – Secondo massacro di Nabatiyeh: una madre e i suoi 8 figli. 1996 – Massacro di Qana: 109 morti e 116 feriti; 1998 – Massacro di Trqumia: 3 morti e decine di feriti; 1998 – Massacro di Janta: 7 morti; 24 giugno 1999: 8 morti e 84 feriti; 1999 – Massacro della Bekaa: 8 bambini uccisi e 11 feriti. Primavera 2002 – Massacro di Jenin (Operazione “Scudo Difensivo”): 500 morti e 1500 feriti; 27 gennaio 2008 – 18 gennaio 2009- Operazione “Piombo Fuso”: 1500 morti e 5 mila feriti; Novembre 2012 – Operazione “Pillar of Cloud”: 161 morti e 400 feriti.
 Luglio 2014 – Operzione Margine protettivo 2260 morti (di cui 580 bambini),più di 10 mila feriti (1000 disabili permanenti,) 1800 bambini orfani..
Per non dimenticare.

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"