Operazione Colomba: “Coloni israeliani attaccano internazionali ed un pastore palestinese”

Operazione Colomba. Comunicato stampa: “Coloni israeliani attaccano internazionali ed un pastore palestinese”In conseguenza dell’attacco un pastore ed un internazionale sono stati detenuti dalla Polizia israeliana

15 Settembre 2014

At Tuwani – Il 14 settembre due coloni israeliani hanno attaccato un pastore palestinese e due internazionali vicino all’avamposto di Mitzpe Yair, nell’area a Sud delle colline di Hebron. Durante l’aggressione i coloni hanno rubato le videocamere degli internazionali ed hanno rotto il telefono di uno di loro. La polizia israeliana ha detenuto il pastore palestinese ed uno degli internazionali per 6 ore. Non ci sono state conseguenze per i coloni.

Alle 9:00 di mattina circa quattro pastori palestinesi del villaggio di Qawawis, situato nelle colline a sud di Hebron, stavano pascolando le loro greggi accompagnati da due internazionali su terra di proprietà palestinese nelle vicinanze dell’avamposto israeliano. I due coloni di Mitzpe Yair hanno attraversato una zona chiusa (dove l’accesso è vietato a chiunque) per attaccare un pastore, iniziando con lo scacciare il suo gregge; nel frattempo i due internazionali stavano filmando la scena. Successivamente i coloni hanno assalito i volontari internazionali: prima hanno preso per il collo uno di loro e lo hanno buttato per terra, gli hanno strappato di mano la videocamera e hanno rotto il suo telefono; successivamente i coloni hanno attaccato l’altra internazionale e torcendole il braccio si sono impadroniti anche della sua videocamera. Dopo che i coloni tornati all’avamposto con le videocamere rubate, il palestinese e gli internazionali sono andati al villaggio di Qawawis.

La Polizia israeliana è arrivata nel villaggio palestinese ed ha chiesto al pastore ed all’internazionale che era stato attaccato di seguirli alla stazione di polizia israeliana della colonia di Kiryat Arba, poiché accusati da uno dei coloni di avergli tirato contro delle pietre. Gli agenti di polizia hanno detenuto entrambi per sei ore e li hanno interrogati a proposito dell’incidente. La polizia israeliana li ha rilasciati alle 17:00, senza conseguenze.

L’area delle colline a Sud di Hebron ha sofferto la presenza di coloni israeliani sin dagli anni ’70. Otto insediamenti ed avamposti israeliani (tra i quali Mitzpe Yair) hanno quasi totalmente isolato 16 villaggi palestinesi dal resto della Cisgiordania. La violenza dei coloni include anche aggressioni fisiche sui palestinesi e i loro animali; danneggiamenti alle proprietà private e limitazioni alla libertà di movimento, con ripercussioni sulla loro vita quotidiana. Dall’inizio del 2014 Operazione Colomba ha registrato l’arresto di 15 palestinesi, compresi minorenni, perché nelle vicinanze degli insediamenti. Nello stesso periodo non ci sono state conseguenze per i coloni israeliani coinvolti negli incidenti avvenuti in quest’area.

Nonostante la violenza subita dai palestinesi delle colline a Sud di Hebron, essi continuano pascolare e coltivare sulle loro terre, resistendo in modo nonviolento all’occupazione israeliana.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://goo.gl/oLGr8A

Per informazioni:

Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"