Padre Hanna: Organizzazione “Cristiani uniti per Israele” è un gruppo sospetto e non cristiano

Gerusalemme occupata-PIC. Padre Atallah Hanna ha messo in guardia contro il cosiddetto gruppo “cristiani uniti per Israele” negli USA, definendola come un’organizzazione che “svolge un ruolo politico sospetto nell’opporsi alla giustizia e nel sostenere l’occupazione israeliana, e le sue politiche e pratiche contro il popolo palestinese”.

Hanna, arcivescovo della Chiesa ortodossa palestinese nella Gerusalemme occupata, ha affermato che quest’organizzazione statunitense riceve supporto dall’attuale amministrazione americana e da alcuni gruppi che dichiarano falsamente di appartenere al cristianesimo.

L’arcivescovo ha affermato che il gruppo “non ha assolutamente nulla a che fare con i valori cristiani e i suoi membri sono sionisti che interpretano la Sacra Bibbia a loro piacimento”.

“L’organizzazione si definisce ‘cristiani uniti per Israele’ e noi, a nostra volta, diciamo loro che i cristiani sono uniti nella difesa della Palestina e di Gerusalemme, sostenendo le cause della giustizia e le persone oppresse e rifiutando tutte le manifestazioni e le forme di razzismo”, ha aggiunto.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"