Padre Hanna raccomanda cautela nello stringere relazioni con gli israeliani

-452976701Gerusalemme-PIC. Padre Atallah Hanna, Arcivescovo della Chiesa ortodossa palestinese di Gerusalemme Occupata, ha criticato fortemente i tentativi recenti degli arabi di stabilire e stringere relazioni con figure pubbliche e istituzioni israeliane.

“Sembra di essere passati dalla fase della stabilizzazione alla fase della stretta collaborazione strategica tra lo stato occupante e alcuni paesi arabi”, ha detto Padre Hanna durante il suo incontro di sabato scorso con alcune figure pubbliche gerosolimitane nella città Santa.

Ha affermato che in diversi paesi hanno avuto luogo incontri, anche a livelli istituzionali elevati, tra ufficiali e personalità pubbliche arabe e israeliane, e che recentemente alcune delegazioni arabe hanno effettuato anche “visite di stabilizzazione” a Gerusalemme Occupata.

L’Arcivescovo ha poi aggiunto che queste riunioni e visite sono avvenute con pretesti diversi, tra cui scambiarsi opinioni e promuovere la cultura di pace e dialogo, avvertendo del loro impatto potenzialmente deleterio sulla lotta e sulla giusta causa del popolo palestinese.

Ha sottolineato il bisogno di controbattere a queste attività di stabilizzazione sospette e pericolose, mandando messaggi urgenti a tutti coloro che sono coinvolti per poter affrontare subito questo fenomeno decisamente negativo.

Traduzione di Giovanna Niro

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"