Paesi europei chiedono ad Israele di fermare demolizione di Khan al-Ahmar

Gerusalemme-PIC. Cinque Paesi europei hanno chiesto al governo israeliano di fermare la demolizione del villaggio di Khan al-Ahmar, a est della Gerusalemme occupata.

Francia, Germania, Spagna, Italia e Gran Bretagna in una dichiarazione hanno espresso la loro preoccupazione per il piano di Israele di demolire Khan al-Ahmar, che si trova nell’Area C, una regione d’importanza strategica per il futuro stato palestinese.

I cinque Paesi hanno espresso il loro sostegno ad una recente dichiarazione dell’Alto rappresentante dell’Unione Europea per la politica estera e la sicurezza, Federica Mogherini, in cui ha invitato il governo israeliano a cancellare il suo piano per la demolizione di Khan al-Ahmar.

Hanno sottolineato che la demolizione e lo sfollamento avranno gravi ripercussioni sui residenti del villaggio beduino, in particolare sui bambini.

La Corte suprema israeliana ha respinto mercoledì una petizione presentata dalle famiglie di Khan al-Ahmar contro la demolizione del loro villaggio, abitato da 190 palestinesi.

Le 80 famiglie di Khan al-Ahmar hanno recentemente respinto un’offerta d’Israele per trasferirsi nella città di Gerico, nella Cisgiordania est, come luogo alternativo.

Khan al-Ahmar è uno dei 45 villaggi minacciati di demolizione, a favore di un progetto di insediamento, E1. Il progetto mira a creare un collegamento fisico tra la colonia di Ma’ale Adumim e Gerusalemme che completerebbe effettivamente una mezzaluna di colonie attorno alla Gerusalemme Est, dividendola dal resto della Cisgiordania.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"