La Gran Bretagna, la Dichiarazione Balfour e il disastro palestinese

La Gran Bretagna, la Dichiarazione Balfour e il disastro palestinese

Comunicato stampa dell’API-Associazione dei Palestinesi in Italia. Anniversario Dichiarazione Balfour – 2 novembre 1917. La Gran Bretagna è il Paese che deve rispondere per tutti i disastri e tragedie che hanno colpito il nostro popolo a causa della Dichiarazione Balfour, e che deve assumersi tutte le responsabilità morali, economiche e sociali nei confronti del popolo palestinese. Nella ricorrenza del 103° anniversario … Continua a leggere

La sofferenza della Striscia di Gaza: nessuna luce alla fine del tunnel

La sofferenza della Striscia di Gaza: nessuna luce alla fine del tunnel

E.I. La Striscia di Gaza sta lentamente uscendo dal lockdown totale, causato dalla pandemia di COVID-19. Tuttavia, le sofferenze degli abitanti della Striscia continuano, soprattutto di quelli che soffrono di malattie croniche. A peggiorare la situazione c’è un settore sanitario che, negli ultimi 13 anni, è stato sistematicamente indebolito dall’isolamento dell’occupazione israeliana, ed ora barcolla sotto il peso della pandemia. … Continua a leggere

Twitter blocca decine di account palestinesi sotto richiesta d’Israele

Twitter blocca decine di account palestinesi sotto richiesta d’Israele

Gerusalemme occupata – PIC. Le ONG del settore mediatico palestinese hanno accusato Twitter di aver sospeso decine di account palestinesi che hanno pubblicato attivamente tweet contro la normalizzazione delle relazioni arabe con Israele. Il Sada Social Center, un gruppo palestinese che difende i diritti degli utenti dei social media, ha affermato di aver notato negli ultimi giorni che Twitter ha … Continua a leggere

Decine di coloni invadono al-Aqsa

Decine di coloni invadono al-Aqsa

Gerusalemme occupata – PIC. Domenica, decine di coloni hanno invaso i cortili della moschea di al-Aqsa, hanno eseguito rituali e hanno fatto suonato la trombetta nel cimitero della Porta di al-Rahma, sotto la protezione della polizia israeliana. Fonti locali hanno riferito che la polizia israeliana presente alla Porta Magharabi ha aperto l’ingresso a decine di coloni. Le forze speciali israeliane … Continua a leggere

Tre minorenni feriti dalle IOF a Jenin

Tre minorenni feriti dalle IOF a Jenin

Jenin – PIC. Tre minorenni palestinesi sono rimasti feriti, uno dei quali gravemente, all’alba di venerdì, dopo che le forze d’occupazione israeliane (IOF) hanno sparato contro un veicolo su cui stavano viaggiando vicino al checkpoint di Jalameh, a nord-est di Jenin. Fonti locali hanno riferito che le IOF erano di stanza al checkpoint di Jalameh e hanno sparato a caso … Continua a leggere

Firma per liberare i bambini palestinesi in carcere

Firma per liberare i bambini palestinesi in carcere

Savethechildren.it. 160 bambini palestinesi stanno vivendo una situazione drammatica, si trovano in prigione in attesa di interrogatorio. Soli, inascoltati, esposti ad enormi rischi a cui ora si aggiunge anche il Coronavirus. Firma per la loro liberazione. Cosa sta succedendo. Ancora oggi circa 500-700 bambini Palestinesi della Cisgiordania vengono processati e detenuti secondo la legge militare israeliana, ogni anno. Sono gli unici bambini al mondo ad essere sistematicamente processati da tribunali … Continua a leggere

Bambini nel mirino: 13enne gerosolimitano condannato a tre anni di carcere

Bambini nel mirino: 13enne gerosolimitano condannato a tre anni di carcere

Gerusalemme occupata – PIC. Mercoledì, un tribunale israeliano ha condannato il tredicenne Ashraf Adwan, della cittadina di Eizariya, a Gerusalemme Est, a tre anni di carcere e gli ha ordinato di pagare una multa di 5 mila shekel con l’accusa di aver cercato di realizzare un accoltellamento lo scorso anno. Tuttavia, il minorenne dovrà scontare solo due anni, poiché il … Continua a leggere

Tribunale israeliano continua a rifiutare il rilascio del prigioniero Al-Akhras nonostante le gravi condizioni di salute

Tribunale israeliano continua a rifiutare il rilascio del prigioniero Al-Akhras nonostante le gravi condizioni di salute

PIC e Quds Press. Giovedì la Corte di giustizia israeliana ha respinto la richiesta avanzata dall’avvocato del prigioniero in sciopero della fame Maher al-Akhras di considerare la gravità delle sue condizioni di salute e di approvare il suo trasferimento in un ospedale nella Cisgiordania occupata. Secondo la Muhjat al-Quds Foundation for Martyrs and Prisoners, il tribunale ha respinto la richiesta … Continua a leggere

Categorie