Neonati a Gaza con gravi malformazioni.

Neonati a Gaza con gravi malformazioni.

28 Gennaio  2010 www.uruknet.info?p=62683 PNN/ Ramallah. Dopo l’aggressione israeliana dello scorso anno, molti specialisti medici osservano l’aumento di malformazioni congenite nei neonati a Gaza.  Proponiamo il caso di un bambino nato all’ospedale ash-Shifa di Gaza, nato con gravi malformazioni congenite al viso, agli occhi, col naso schiacciato, d’incarnato bruno-rossastro, con gli arti accorciati e le dita dei piedi incurvate verso l’interno, … Continua a leggere

Lotta contro la morte nelle carceri israeliane.

Lotta contro la morte nelle carceri israeliane.

Nablus – Infopal. Un’organizzazione per i diritti umani palestinese riferisce che 22 prigionieri palestinesi lottano contro la morte nell’ospedale del carcere israeliano di al-Ramla. L’associazione at-Tadàmun Internazionale, in un comunicato stampa diramato lunedì 25 gennaio ha diffuso un elenco contenente i nomi dei prigionieri palestinesi detenuti nell’ospedale del carcere al-Ramla “Mrash” (vicino a Gerusalemme) che versano in condizioni di salute … Continua a leggere

86 sapienti musulmani emettono fatwa contro Muro di acciaio egiziano.

86 sapienti musulmani emettono fatwa contro Muro di acciaio egiziano.

  Il Cairo – Pic. 86 sapienti musulmani lunedì hanno emesso una fatwa (editto religioso – giuridico, ndr) che proibisce la chiusura del valico di Rafah e la costruzione del Muro di acciaio egiziano. Tra i firmatari, Salahuddin Sultan, un docenti di shari'a all'università del Cairo, Awad al-Qarni, un accademico e sapiente saudita, Ahmed al-Raisuni, un esperto presso l'Accademia di … Continua a leggere

Da sei case di proprietà a una di fango, vuota.

Da sei case di proprietà a una di fango, vuota.

Gaza – Infopal. “Avevamo, io e miei cinque figli maschi, sei case indipendenti e vicine, oltre a otto macchine, tra cui sei taxi, che erano la nostra fonte di guadagno, ma in un attimo abbiamo perso tutto, case e automobili”. Con queste parole, Mazin Abdullah Athamneh (57 anni), ha iniziato il suo incontro con il nostro corrispondente nella Striscia di … Continua a leggere

Israele compra il silenzio delle Nazioni Unite con 10,5 milioni di dollari?

Israele compra il silenzio delle Nazioni Unite con 10,5 milioni di dollari?

Nazareth. Tel Aviv ha consegnato alle Nazioni Unite l'importo di dieci milioni e cinquecentomila dollari, come risarcimento per i danni arrecate alle sue strutture nella Striscia di Gaza, durante l'Operazione Piombo Fuso, scatenata un anno fa dallo stato sionista. Fonti politiche israeliane hanno riferito che tale passo è frutto di “lunghe trattative con le Nazioni Unite”, e che “Israele ha … Continua a leggere

Il Segretario generale Onu: ‘Le attività coloniali israeliane in Cisgiordania e Gerusalemme Est ostacolano la pace’.

Il Segretario generale Onu: ‘Le attività coloniali israeliane in Cisgiordania e Gerusalemme Est ostacolano la pace’.

New York. “La costruzione degli insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati ostacola lo sforzo di pace in Medio Oriente”. E' quanto ha dichiarato ieri il Segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, durante una riunione del “Comitato Onu per l'Esercizio degli inalienabili diritti del popolo palestinese”. E ha aggiunto che anche l'annessione di Gerusalemme Est e l'assedio di Gaza impediscono la ripresa dei … Continua a leggere

Il vice-Segretario del Cc di Fatah: gli Usa minacciano di assediarci se ci riconciliamo con Hamas.

Il vice-Segretario del Cc di Fatah: gli Usa minacciano di assediarci se ci riconciliamo con Hamas.

Tunisi. L'amministrazione statunitense ha avvertito il movimento di Fatah che si potrebbe trovare sotto assedio qualora dovesse siglare un accordo di riconciliazione con Hamas. E' quanto ha denunciato Jibril al-Rejoub, vice-Segretario del Comitato centrale di Fatah. Egli ha rivelato al quotidiano tunisino “Al-Sabah”, nell'edizione di martedì 19 gennaio, che le minacce americane circolavano durante gli incontri di dialogo nazionale. Durante … Continua a leggere

La pace di Netanyahu: confini di ‘eventuale’ Stato palestinese militarizzati in modo permanente.

La pace di Netanyahu: confini di ‘eventuale’ Stato palestinese militarizzati in modo permanente.

Gerusalemme – Infopal. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha confermato la “necessità” di una presenza militare permanente lungo il confine orientale di un eventuale, futuro, Stato palestinese (confine con la Giordania, ndr), anche dopo il raggiungimento di un altrettanto eventuale “accordo di pace” con l'Autorità palestinese. Secondo Netanyahu, tale presenza militare al confine con la Giordania consentirebbe a Israele … Continua a leggere

La delegazione di parlamentari europei ha avviato azioni di sostegno alla Striscia di Gaza assediata

La delegazione di parlamentari europei ha avviato azioni di sostegno alla Striscia di Gaza assediata

Bruxelles – Infopal. La delegazione di parlamentari europei che ha visitato la Striscia di Gaza la settimana scorsa ha avviato le azioni necessarie per rendere nota a tutti la sofferenza della popolazione di Gaza, nella speranza di sollecitare i governi europei a fare pressione su Israele perché ponga fine all'assedio. In un comunicato stampa, la “European Campaign to end the … Continua a leggere

Moschea di al-Aqsa a rischio di crollo: fessure e crepe nelle pareti causate dagli scavi israeliani.

Moschea di al-Aqsa a rischio di crollo: fessure e crepe nelle pareti causate dagli scavi israeliani.

Gerusalemme – Infopal. Il “Comitato islamo – cristiano a sostegno di Gerusalemme e dei luoghi sacri” ha denunciato la presenza di pericolose crepe e fessure nelle pareti della moschea di al-Aqsa, a Gerusalemme, dovute ai continui scavi israeliani. Lo storico santuario dell'Islam sarebbe dunque a rischio di crollo. In un comunicato stampa diramato ieri, martedì 19 gennaio, il Comitato ha … Continua a leggere

Categorie