Nonostante il cessate il fuoco unilaterale annunciato da Olmert, l’aviazione ha continuato a bombardare la Striscia. 2 morti e decine di feriti. Bilancio provvisorio: 1234 morti e 5450 feriti.

Nonostante il cessate il fuoco unilaterale annunciato da Olmert, l’aviazione ha continuato a bombardare la Striscia. 2 morti e decine di feriti. Bilancio provvisorio: 1234 morti e 5450 feriti.

Gaza – Infopal, 18 gennaio, ore 14 Sono stati prelevati 95 palestinesi morti da sotto le macerie, dopo il ritiro dei corazzati israeliani. Fino al momento, il numero delle vittime è di 1305 (417 bambini, 120 donne, 120 anziani, 14 soccorritori, 4 giornalisti e 5 stranieri) e quello dei feriti di 5450. Il dott. Mu’awiya Hasanen, direttore del servizio di … Continua a leggere

DOCUMENTO POLITICO del Pbc a sostegno del popolo palestinese

DOCUMENTO POLITICO del Pbc a sostegno del popolo palestinese

Riceviamo e pubblichiamo il seguente DOCUMENTO POLITICO del movimento civico nazionale PBC a favore del popolo di Palestina e contro il genocidio israeliano a Gaza. Ferrara, 17 gennaio, Il movimento Per il Bene Comune, riunito in assemblea nazionale, ha approvato il seguento documento: 3. RISOLUZIONE SULLA PALESTINA La Lista civica nazionale Per Il Bene Comune denuncia che i bombardamenti sulla … Continua a leggere

I rabbini israeliani a Olmert: anche se uccidi un milione di Palestinesi, non importa

I rabbini israeliani a Olmert: anche se uccidi un milione di Palestinesi, non importa

  18.1.2009   GAZA (Palestinian Information Center) – Un articolo pubblicato sabato 17 gennaio dal giornale saudita Al-Watan ha rivelato che i rabbini ebrei nell’entità sionista hanno proclamato un editto religioso che permette l’assassinio di donne e bambini palestinesi e assolve ogni Ebreo che commetta questi atti orribili.  Secondo il giornale, i rabbini ritengono che i massacri israeliani nella Striscia … Continua a leggere

ASSEDIO AL GHETTO DI GAZA

ASSEDIO AL GHETTO DI GAZA

Appello degli ebrei Inglesi per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele  Il testo che segue è stato pubblicato come lettera sul Guardian del 10 gennaio 2009 ed è visibile sul sito della Monthly Review http://mrzine.monthlyreview.org/ Noi firmatari siamo tutti di origine ebraica. Quando abbiamo visto la morte e i corpi insanguinati dei bambini, il taglio dell’acqua, dell’elettricità e del … Continua a leggere

LA STRAGE DEI BAMBINI: 335 uccisi, 1497 feriti in 21 giorni di guerra unilaterale israeliana contro Gaza.

LA STRAGE DEI BAMBINI: 335 uccisi, 1497 feriti in 21 giorni di guerra unilaterale israeliana contro Gaza.

  Gaza – Infopal. Il ministero dell’Istruzione palestinese ha reso noto che in 21 giorni di massacri israeliani contro la Striscia di Gaza assediata e sigillata, sono stati uccisi 335 bambini e feriti altri 1497. Ad ammazzarli sono stati missili ad uranio impoverito e bombe al fosforo, armi non convenzionali proibite dalle convenzioni internazionali, lanciate dagli aerei da guerra israeliani, … Continua a leggere

ASSASSINATO IL MINISTRO DELL’INTERNO DI GAZA, SAID SIYAM.

ASSASSINATO IL MINISTRO DELL’INTERNO DI GAZA, SAID SIYAM.

Gaza – Infopal, giovedì 15 gennaio. Questo pomeriggio, gli aerei da guerra israeliani hanno lanciato due missili contro una casa in una zona sovraffollata, distruggendola.Fonti di Hamas hanno riferito che al momento del bombardamento, il ministro dell’Interno, Said Siyam, si trovava in visita alla famiglia di suo fratello, nel quartiere di shaikh Radwan. Le fonti hanno confermato l’uccisione del ministro … Continua a leggere

1100 morti. 5100 feriti. BOMBARDATO UN OSPEDALE DI GAZA con 500 persone all’interno. Attaccati edifici di agenzie giornalistiche e sede UNRWA. Bombardata la casa di sheikh Siyam. Uccisa tutta la famiglia.

1100 morti. 5100 feriti. BOMBARDATO UN OSPEDALE DI GAZA con 500 persone all’interno. Attaccati edifici di agenzie giornalistiche e sede UNRWA. Bombardata la casa di sheikh Siyam. Uccisa tutta la famiglia.

  Gaza – Infopal, ore 16. Nuovo eccidio.Gli aerei da guerra israeliani hanno compiuto un nuovo massacro, bombardando la casa di shaikh Iyad Siyam, fratello del ministro dell’Interno palestinese del governo Haniyah, Said Siyam. Al momento del bombardamento tutta la famiglia era in casa: sono stati uccisi shaikh Iyad e la sua famiglia. Ore 12,30. Le forze israeliane hanno bombardato … Continua a leggere

SPIRIT OF HUMANITY, la barca del Free Gaza mov., costretta con la forza a ritornare a Cipro.

SPIRIT OF HUMANITY, la barca del Free Gaza mov., costretta con la forza a ritornare a Cipro.

  Riceviamo dal Free Gaza movement e pubblichiamo. Mar Mediterrano, 15 gennaio 2009. La Marina israedliana oggi ha minacciato di uccidere civili disarmati a bodo della nave di solidarietà che stava facendo rotta per consegnare medicine, aiuti e per offrire l’assistenza sanitaria di medici alla Striscia di Gaza assediata. La nuova imbarcazione del Free Gaza Mov. (Dignity è stata bombardata … Continua a leggere

Dieci soldati israeliani feriti durante gli scontri con la resistenza palestinese a Gaza. Lancio di granate dal Libano. Israele risponde con 17 missili.

Dieci soldati israeliani feriti durante gli scontri con la resistenza palestinese a Gaza. Lancio di granate dal Libano. Israele risponde con 17 missili.

Gaza – Infopal. L’esercito israeliano ha reso noto il ferimento di 10 soldati, tra cui tre ufficiali, durante gli scontri scoppiati all’alba di oggi tra i resistenti e le forze di occupazione. Il giornale israeliano “Yediot Ahronot” ha riferito che la maggior parte dei soldati sono stati feriti a nord della Striscia di Gaza. Tra essi c’è il capo dell’unità … Continua a leggere

Lettera aperta al mondo del pacifismo italiano.

Lettera aperta al mondo del pacifismo italiano.

  Di Elvio Arancio (*) Sabato prossimo, 17 gennaio, ad Assisi  uomini e donne del pacifismo italiano in corteo chiederanno che cessi immediatamentee il conflitto nella Striscia di Gaza, motivazione che ritengo fondamentale. Lo spirito che muove questa importante iniziativa vuole lo sventolio di bandiere della pace e della nonviolenza a fianco di quelle della Palestina e d’Israele. Pur rispettando e apprezzandone la volontà, suppongo possa … Continua a leggere

Categorie