Palestina entra nella World Free Zones Organization

Ramallah – WAFA. Il ministro dell’Economia nazionale e presidente dell’Autorità generale delle aree industriali libere, Khaled Osaily, ha annunciato mercoledì l’adesione della Palestina alla World Free Zones Organization (WFZO).

L’annuncio è stato fatto durante la conferenza annuale dell’organizzazione, alla quale hanno partecipato rappresentanti di 37 paesi via videoconferenza, con la partecipazione dell’Autorità palestinese delle zone industriali, che rappresenta la Palestina.

Mohamed al-Zarouni, capo della WFZO, che ha presieduto la conferenza dalla sede dell’organizzazione internazionale di Dubai, ritiene che l’adesione della Palestina all’organizzazione “sia un passo essenziale verso il sostegno ed il raggiungimento dei suoi diritti garantito dal diritto internazionale “.

Commentando la situazione, Osaily ha espresso il proprio apprezzamento verso gli Stati membri per aver accettato la piena appartenenza della Palestina all’organizzazione mondiale, come parte degli sforzi del governo palestinese per collocarla nella mappa mondiale delle aree d’investimento, oltre al tentativo di rafforzamento delle relazioni internazionali, in modo da migliorare le esportazioni di prodotti nazionali.

Ha sottolineato l’importanza di sviluppare e migliorare l’ambiente d’investimento nelle zone industriali palestinesi, beneficiando dell’esperienza in questo campo degli Stati membri e della cooperazione per incoraggiare gli investimenti internazionali nelle aree industriali palestinesi.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"