Sei palestinesi rapiti dall’esercito israeliano in Cisgiordania

-655402771Ramallah˗PIC. Giovedì all’alba perlomeno sei palestinesi sono stati rapiti dalle forze d’occupazione israeliane in Cisgiordania e a Gerusalemme.

L’esercito ha confermato la responsabilità per il sequestro di sei palestinesi sospettati di coinvolgimenti in attività anti-occupazione e affiliazione con il movimento di resistenza di Hamas.

La campagna d’arresti ha preso di mira tre palestinesi di Azzoun, a est di Qalqilya, due dei quali identificati come affiliati di Hamas.

Un altro palestinese è stato rapito dai soldati israeliani nei pressi del paese di Beita, a sud di Nablus.

La campagna si è conclusa con il sequestro di due palestinesi del paese di Abu Dis, a est della Gerusalemme occupata.

Secondo la dichiarazione dell’esercito, le forze israeliane hanno chiuso la bottega di un fabbro a Beit Lakia, a sud-ovest di Ramallah, con l’accusa di produzione di armi.

Nel frattempo il cittadino palestinese Youssef Dar Moussa ha affermato che una pattuglia militare ha invaso la propria casa e quelle dei suoi fratelli, insieme a una loro bottega, a Beit Lakia e ha devastato gli edifici.

Traduzione di F.G.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"