Pchr: “Durante l’offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza Israele ha colpito uffici stampa e istituzioni culturali”

PCHR-Palestinian Centre for Human Rights.

Durante l’offensiva israeliana in corso contro la Striscia di Gaza: Israele colpisce uffici stampa e istituzioni culturali. 

Sabato, 4 maggio 2019, durante l’offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza, gli aerei israeliani hanno colpito un ufficio stampa e un’istituzione culturale con diversi missili.

Secondo le indagini condotte dal Centro Palestinese per i Diritti Umani (PCHR), intorno alle 20:00, gli aerei israeliani hanno colpito un palazzo di 6 piani nella parte est della città di Gaza, dove si trova l’agenzia di stampa Anadolu, e l’hanno completamente distrutta. Il proprietario dell’immobile, Iyad Yaser Iqtifan (di 45 anni), ha detto di aver ricevuto una telefonata alle 19:30 e chi chiamava gli chiedeva dell’agenzia di stampa Anadolu, che si trova nel suo edificio. Chi chiamava ha ordinato a Iyad e ai residenti del palazzo di abbandonarlo entro mezz’ora. Mezz’ora dopo, un drone israeliano ha colpito l’immobile con cinque missili e quindi un aereo da guerra israeliano ha colpito l’edificio con altri 2  missili. L’edificio è stato completamente distrutto e non sono state segnalate vittime. Va notato che l’edificio ospitava anche l’Ufficio Informazioni sui Prigionieri.

In un diverso attacco, intorno alle 21:05, aerei da guerra israeliani hanno colpito il palazzo al-Khuzundar, di 5 piani, nel quartiere di Al-Rimal, nel centro della città di Gaza, e l’ha completamente distrutto. Va sottolineato che l’edificio ospitava il Centro di Studi e Documentazione Abdullah Hourani dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) e l’organizzazione benefica turca Yardimeli Dernegi.

Sembra che gli uffici stampa e le istituzioni culturali siano diventati un bersaglio per le forze dell’occupazione israeliana durante i loro recenti attacchi contro la Striscia di Gaza. Va notato che il 9 agosto 2018, aerei da guerra israeliani hanno distrutto il Centro Culturale Sa’ed al-Mishal a Gaza ovest.

Il PCHR afferma che la politica israeliana di colpire edifici civili, compresi uffici stampa e istituzioni culturali, costituisce una grave violazione del diritto internazionale umanitario, in particolare dell’articolo 52 del Protocollo Aggiuntivo I della Quarta Convenzione di Ginevra, che stabilisce che le istituzioni civili non devono essere l’obiettivo dell’attacco e che gli attacchi devono essere strettamente limitati agli obiettivi militari. Inoltre, in caso di dubbio se un obiettivo, normalmente dedicato a scopi civili, viene usato per dare un contributo effettivo all’azione militare, si deve presumere che non sia usato in tal modo e quindi considerato come un edificio civile. Inoltre, colpire direttamente e deliberatamente obiettivi civili è un crimine di guerra ai sensi dell’Articolo 8, paragrafo 2 dello Statuto di Roma del Tribunale Penale Internazionale.

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli

 

 

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"