Peace Now: 1.936 unità abitative approvate nelle colonie in Cisgiordania

Cisgiordania occupata-IMEMC. In una dichiarazione rilasciata lunedì, l’osservatorio per le colonie Peace Now ha affermato che l’autorità israeliana per la pianificazione ha messo in atto dei piani per la costruzione di 1.936 nuove case nelle colonie della Cisgiordania occupata, secondo quanto riportato dalla Palestine News Network.

Un totale di 786 unità abitative hanno ricevuto l’approvazione finale necessaria per fare iniziare i lavori di costruzione, mentre 1.150 unità hanno ricevuto l’approvazione della fase uno del processo di pianificazione.

Nel frattempo, la Corte Penale Internazionale (CPI) sta discutendo se ha giurisdizione prima di aprire un’indagine formale sulla violazione israeliana del diritto internazionale nelle colonie israeliane, una mossa condannata dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, che ha affermato che la CPI non ha giurisdizione sull’area.

Le colonie si trovano in Cisgiordania, terre palestinesi che furono conquistate da Israele nella guerra del 1967, insieme alla Striscia di Gaza.

I palestinesi e la maggioranza della comunità internazionale condannano le colonie, considerandole come un ostacolo alla pace tra israeliani e palestinesi ed una violazione del diritto internazionale.

Secondo la Quarta Convenzione di Ginevra, è un crimine di guerra per l’occupante [Israele] trasferire qualsiasi parte della sua popolazione sulla terra che occupa [Palestina].

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"