Piani israeliani per la costruzione di 2.430 nuove abitazioni colopniali

PIC e Quds Press. L’amministrazione civile dell’esercito di occupazione israeliano sta per avviare piani, la prossima settimana, per almeno 2.430 nuove abitazioni coloniali e autorizzerà quattro avamposti di insediamento, secondo quanto ha dichiarato Peace Now venerdì.

Di recente, il gabinetto di sicurezza israeliano ha dato l’approvazione per la costruzione di 6.000 case per coloni nell’area C della Cisgiordania occupata, che è sotto il controllo militare di Israele.

Tuttavia, nessun dettaglio dei piani è stato reso pubblico e si presume che ora passeranno attraverso il processo di pianificazione dell’amministrazione civile. Non è chiaro il progetto che verrà avviato la prossima settimana farà parte di quello approvato dal gabinetto di sicurezza.

Il numero di unità abitative che probabilmente saranno sviluppate è il seguente: 354 a Nili, 346 a Beit El, 215 ad Asfar, 207 a Bracha, 194 a Ganei Mod’in, 168 a Talmon, 132 a Kfar Adumim, 98 a Ma’aleh Amos, 96 a Kiryat Netafim, 94 a Beit Hagai, 94 a Mechola, 80 a Yakir, 70 a Shim’a, 66 a Efrat, 61 a Alon Shvuet, 51 a Shiloh, 29 a Otniel, 27 a Maskiot, 19 a Pedu’el, 18 a Ma’aleh Adumim e 11 a Enav.

I quattro avamposti da approvare come quartieri degli insediamenti esistenti sono: Ibei Hanahal, Givat Sal’it, Haroe Haivri e Brosh.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"