Polizia israeliana assalta una moschea a Jaffa e confisca gli altoparlanti

Haifa – InfoPal. Un ingente spiegamento di militari e di polizia israeliani hanno condotto un'operazione di perquisizione e confisca  all'interno di una moschea a Jaffa, in Israele (Territori palesitnesi occupati nel '48, ndr).

Erano 200 i soldati israeliani con i rinforzi della polizia che ieri mattina hanno preso d'assalto la moschea Mohammed al-Fateh, confiscando gli altoparlanti.

Di frequente, cittadini israeliani e coloni lamentano di provare disturbo dal richiamo pubblico alla preghiera proveniente dalle moschee, mentre la Knesset potrebbe adottare un disegno di legge per l'abolizione dell'Adhan.

La polizia nega la propria responsabilità in quest'operazione, addossandola alla sezione per l'Inquinamento Acustico.

“La presenza della polizia doveva garantire la sicurezza di esponenti di governo presenti all'operazione”, dichiarano.

“Leggi e atti razzisti – commentano dal  Movimento islamico di Jaffa -, non rinunceremo all'Adhan”.

Yaffa48.com

tag:

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"