PPCS: 250 bambini palestinesi privati di celebrare il giorno dell’Eid nelle carceri israeliane

Ramallah-PIC. Il Centro per gli studi sui prigionieri palestinesi (PPCS) ha accusato il Servizio carcerario israeliano (IPS) di aver commesso numerose violazioni contro i prigionieri palestinesi, bambini compresi, durante la festività dell’Eid, per volere del governo israeliano.

Il capo del centro Ra’fat Hamdouna ha affermato che le pratiche israeliane contro i prigionieri palestinesi durante la festività ha violato le convenzioni e le leggi umanitarie internazionali relative ai loro diritti.

Hamdouna ha affermato che centinaia di genitori prigionieri sono privati ​​di vedere i loro figli e le loro famiglie durante l’Eid.

Ha anche affermato che a 250 bambini nelle carceri israeliane non è permesso vedere i loro genitori, ricevere vestiti nuovi o godersi momenti di gioia durante l’occasione della festività.

Ha invitato i gruppi internazionali per i diritti umani a fare pressioni su Israele affinché si attenga alle convenzioni di Ginevra che chiedono il rispetto verso i diritti dei prigionieri di praticare attività religiose e celebrative nelle carceri.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"