Pressioni su Abbas per parlare con gli Stati Uniti

MEMO. Il presidente palestinese Mahmoud Abbas si è rifiutato di negoziare con gli Stati Uniti sebbene sia sotto pressione da parte dei Paesi arabi, ha riferito domenica un funzionario del movimento di Fatah, secondo quanto riferito da Anadolu.

“Il presidente Abbas sta affrontando una pressione senza precedenti da parte dei fratelli arabi e della comunità internazionale per negoziare con l’amministrazione statunitense e accettare le entrate fiscali confiscate da Israele, ma lui si rifiuta”, ha dichiarato il funzionario palestinese Mahmoud Al-Aloul, vice capo di Fatah, alla TV Channel H.

Ha aggiunto che “tutti sanno che Israele sta cercando di liquidare la causa palestinese, ma i palestinesi scelgono di opporsi all’oppressione.

L’Autorità Palestinese non tornerà mai alla sua situazione precedente e ha smesso di coordinarsi con Israele”.

Gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrain hanno firmato accordi sponsorizzati dagli Stati Uniti, il ​​15 settembre, per stabilire relazioni diplomatiche con Israele.

L’Autorità Palestinese e le fazioni della resistenza hanno denunciato gli accordi, dicendo che non servono alla causa palestinese e ignorano i diritti dei palestinesi.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"