Prigionieri palestinesi smentiscono la propria solidarietà ad Anp

Gaza – InfoPal. Alcune fonti d'informazione avevano riportato la notizia secondo la quale, la reazione dei prigionieri palestinesi nelle carceri di Israele, ai contenuti di “The Palestine Papers“, aveva visto sostegno e solidarietà all'Autorità nazionale palestinese (Anp).

Oggi, l'ufficio del ministero per gli Affari dei Detenuti palestinesi della Striscia di Gaza si è fatto portavoce di una dichiarazione nella quale i detenuti hanno smentito quella tesi.

“Al contrario di quanto sostenuto da certa stampa, i nostri prigionieri hanno provato collera per quanto appreso da “The Palestine Papers” e desiderano invece ribadire il proprio disappunto per il reiterato silenzio sulla loro causa di liberazione che ha dominato anche questi negoziati con l'occupante”.

Come avvenuto nei giorni di Oslo, anche oggi viene omessa dai negoziatori palestinesi una delle principali questioni sospese ad una risoluzione finale, ovvero quella che ponga fine all'occupazione israeliana.

I prigionieri non si fermano qui, e hanno chiesto spiegazioni ai media responsabili di aver diffuso la mendace notizia e, soprattutto, hanno voluto specificare che l'Anp non rappresenta il loro movimento.

Da oltre un anno e mezzo, l'Anp disturba la trasmissione del canale di al-Jazeera nella Striscia di Gaza, perché la linea seguita dalla Tv del Qatar “sarebbe a sostegno della resistenza”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"