Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane nei TO

Report settimanale del Pchr – Centro Palestinese per i Diritti Umani.

 Le forze israeliane continuano attacchi sistematici contro civili e proprietà palestinesi nei Territori palestinesi occupati.


· Un ragazzo palestinese è stato ferito ad al-Bireh in Cisgiordania durante un’incursione israeliana.

· Le forze israeliane hanno continuato a fare uso eccessivo della forza contro manifestanti pacifici in Cisgiordania.

– Sarit Michaeli, portavoce di B’Tselem, è stato ferito durante la protesta di al-Nabi Saleh, a nord ovest di Ramallah.

– Decine di persone hanno sofferto per l’inalazione di gas lacrimogeni e subito contusioni per un attacco dei soldati israeliani.

· Le forze israeliane hanno condotto 50 incursioni nelle comunità palestinesi della Cisgiordania e una limitata alla Striscia di Gaza.

 

– Almeno 25 civili palestinesi, tra cui 4 bambini, sono stati arrestati.

· Israele ha continuato ad imporre una chiusura totale nei territori palestinesi occupati ed ha isolato la Striscia di Gaza dal mondo esterno.

– Le forze israeliane hanno istituito decine di posti di blocco in Cisgiordania.

– 10 civili palestinesi sono stati arrestati dalle forze israeliane ai posti di blocco in Cisgiordania.

– Un civile palestinese è stato arrestato al posto di blocco di  di  Beit Hanoun (Erez).

· Le forze israeliane hanno proseguito negli sforzi per creare una maggioranza ebraica nella  Gerusalemme est occupata.

– Un tribunale israeliano ha concesso alla famiglia Siyam una proroga fino al 1° agosto 2013 per abbandonare la propria casa nel quartiere di al-Sheikh Jarrah nella città occupata.

– Sono state rilasciate 165 licenze per costruire nuove unità di insediamento nella  colonia di “Nabi Ya’qoub”.

· Le forze israeliane hanno continuato a sostenere le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare civili e proprietà palestinesi.

– Sono stati emessi altri avvisi di demolizione.

– I coloni hanno dato fuoco a 400 ulivi, a sud di Betlemme.

– I coloni hanno continuato i loro attacchi sui contadini palestinesi e pastori, a sud di Hebron.

– 4 coloni hanno torturato una donna palestinese, a nord ovest di Ramallah, mettendo la sua vita in pericolo.

Sommario

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei territori occupati sono continuate nel periodo del report dal 18-24 Luglio 2013.

Sparatorie

Nel periodo in esame, le forze israeliane hanno ferito un  ragazzo di 18  anni e un difensore israeliano per i diritti umani, e decine di civili hanno sofferto a causa dell’inalazione di gas lacrimogeni durante le proteste pacifiche contro la costruzione del muro di annessione e le attività di insediamento in Cisgiordania. Inoltre, un certo numero di civili hanno avuto lividi per gli attacchi dei coloni israeliani controdi loro.

Nel periodo in esame, le forze israeliane hanno continuato l’uso sistematico di un eccesso di forza contro le proteste pacifiche organizzate da attivisti palestinesi, israeliani e internazionali contro la costruzione del muro di annessione e le attività di insediamento in Cisgiordania. Come risultato, Sarit Michaeli, portavoce di B’Tselem, è stato ferito da un proiettile al ginocchio sinistro. Inoltre, decine di persone hanno sofferto a causa dell’inalazione di gas lacrimogeni e gli altri hanno subito contusioni a causa dell’ attacco dei soldati israeliani.

Il 27 luglio 2013, un  ragazzo di 18 anni è stato ferito durante un’incursione israeliana a al-Bireh. Il ragazzo è stato colpito da due proiettili al petto.

Traduzione a cura di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"