Rapporto settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane nei TO

Le forze sraeliane continuano a commettere crimini sistematici nei Territori Palestinesi Occupati (TPO)  28 dicembre 2017 – 03 gennaio 2018.

  • Le forze israeliane hanno intensificato l’uso eccessivo della forza nei Territori Palestinesi Occupati (TPO)

– Due civili palestinesi, tra cui un minore, sono stati uccisi, in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.

– 89 civili palestinesi, tra cui 12 minori, sono stati feriti in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.

– 53 di loro sono stati colpiti da proiettili, 23 da proiettili di metallo rivestiti di gomma e 13 da lacrimogeni.

– Nove civili, tra cui 7 minori e una donna, sono stati arrestati durante una protesta in Cisgiordania.

  • Le forze israeliane hanno condotto 69 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania e una nel sud della Striscia di Gaza.

– 79 civili, tra cui 10 minori e una donna, sono stati arrestati.

– 20 di loro, tra cui un minore e una donna, sono stati arrestati a Gerusalemme.

  • Le autorità israeliane continuano a creare una maggioranza ebraica nella Gerusalemme est occupata.

– Un negozio è stato chiuso e quanto contenuto è stato confiscato nel villaggio di Silwan.

  • Gli aerei da guerra israeliani hanno lanciato 2 attacchi contro 2 siti militari di gruppi armati, ma non sono stati segnalati feriti.
  • 3 scontri a fuoco contro barche da pesca palestinesi si sono verificati nella Striscia di Gaza, ma non sono stati segnalati feriti.
  • 4 scontri a fuoco contro le barche da pesca palestinesi si sono verificati nella Striscia di Gaza.
  • Le forze israeliane hanno diviso la Cisgiordania in cantoni e hanno continuato a imporre la chiusura illegale sulla striscia di Gaza per l’11° anno consecutivo.

– Decine di check-point temporanei sono stati istituiti in Cisgiordania e altri sono stati ripristinati per ostacolare la circolazione dei civili palestinesi.

– 5 civili palestinesi sono stati arrestati ai check-point in Cisgiordania.

Riassunto.

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Palestinesi Occupati sono continuate durante il periodo di riferimento (28 dicembre 2017-03 gennaio 2018).

Colpiti.

Durante il periodo di riferimento, in un nuovo crimine per uso eccessivo della forza, le forze israeliane uccidono 2 Palestinesi, fra cui un minore, in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Hanno anche ferito 59 civili palestinesi, tra cui 4 minori, nella Striscia di Gaza, mentre 30 civili palestinesi, tra cui 8 minori, sono stati feriti in Cisgiordania. Le forze israeliane hanno continuato a inseguire i pescatori nel Mare di Gaza, a colpire le zone di confine e a effettuare attacchi aerei contro obiettivi per gruppi armati nella Striscia di Gaza.

Nella Striscia di Gaza, il 29 dicembre 2017, le forze israeliane hanno ucciso un civile palestinese nella Striscia di Gaza centrale. Secondo le indagini del PCHR, decine di giovani palestinesi si sono radunati a pochi metri dalla barriera di confine tra la Striscia di Gaza e Israele, ad est del campo di al-Maghazi. I manifestanti hanno appiccato il fuoco ai pneumatici e lanciato pietre contro i soldati israeliani di stanza lungo la recinzione di confine. Durante le proteste, le forze israeliane hanno sparato lacrimogeni e proiettili contro i manifestanti. Jamal Mosleh (20 anni), del campo di al-Maghazi, è stato colpito da un proiettile alla schiena ed è uscito dal lato destro dell’addome. Jamal è stato quindi portato all’ospedale al-Aqsa di Dir al-Balah, dove è stato immediatamente sottoposto a intervento chirurgico e portato quindi nell’Unità di Terapia Intensiva (ICU). Jamal è rimasto in terapia intensiva fino a quando le fonti mediche ne hanno dichiarato la morte all’alba di sabato 30 dicembre 2017.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"