Rapporto settimanale del PCHR sulle violazioni israeliane nei TO

Gaza-PCHR. Le forze israeliane continuano i crimini sistematici nei Territori Palestinesi Occupati. 

Un’altra sanguinosa settimana dall’ultima  offensiva contro la  Striscia di Gaza del 2014.

  • Le forze israeliane hanno continuato a sparare direttamente contro le proteste pacifiche che non rappresentavano una minaccia per la vita dei soldati israeliani.

– 2 civili palestinesi sono stati uccisi nella Striscia di Gaza.

– 393 civili palestinesi, tra cui 67 minori, 10 donne, 4 giornalisti e 3 paramedici, sono stati feriti nella Striscia di Gaza.

– 17 civili palestinesi, tra cui 3 minori, sono stati feriti nella Striscia di Gaza.

  • Le forze israeliane hanno condotto 78 incursioni nelle comunità palestinesi della Cisgiordania e 2 nel sud della Striscia di Gaza.

– 78 civili, tra cui 10 minori e una donna, sono stati arrestati.

– 19 di loro, tra cui 4 minori e una donna, sono stati arrestati a Gerusalemme.

– Una fucina è stata saccheggiata e il suo contenuto confiscato.

  • Le forze israeliane hanno continuato a creare una maggioranza ebraica nella Gerusalemme Est occupata

– L’ufficio Elia for Media è stato chiuso per colpire le organizzazioni della società civile della città.

  • Le forze israeliane hanno continuato ad aprire il fuoco nelle aree di confine della Striscia di Gaza.

– 5 civili sono stati feriti e una casa  danneggiata a Khan Younis est.

  • Le forze israeliane hanno continuato le attività di insediamento in Cisgiordania.

– 3 locali agricoli, barriere di cemento sono stati rasi al suolo e una roulotte è stata confiscata nel villaggio di Shaqba, a ovest di Ramallah.

– Le forze israeliane hanno smantellato e confiscato le tende della scuola Kherbet Zanouta, a sud di Hebron, per la seconda volta in una settimana.

– I coloni israeliani hanno incendiato una moschea nel villaggio di ‘Aqraba e danneggiato 29 alberi nel villaggio di Orif a Nablus.

– I coloni israeliani hanno anche bucato le ruote e scritto slogan ostili su 52 auto nei villaggi di al-Sawiyah e al-Laban al-Sharqi, a sud di Nablus.

  • Sono stati segnalati 10 scontri a fuoco contro barche da pesca palestinesi nel Mare di Gaza, ma non si segnalano vittime.
  • Le forze israeliane hanno diviso la Cisgiordania in cantoni e hanno continuato a imporre la chiusura illegale alla striscia di Gaza per l’11° anno consecutivo.

– Decine di check-point temporanei sono stati stabiliti in Cisgiordania e altri sono stati ripristinati per ostacolare la circolazione dei civili palestinesi.

– Le forze israeliane hanno imposto la totale chiusura dei Territori Palestinesi Occupati per due giorni.

– 4 civili palestinesi, tra cui un minore, sono stati arrestati ai check-point militari in Cisgiordania.

Riassunto

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto internazionale umanitario nei Territori Palestinesi Occupati sono continuate durante il periodo di riferimento (12-18 aprile 2018).

Colpiti

Le forze israeliane hanno continuato a far uso di eccessiva forza letale contro i civili palestinesi, che hanno partecipato a manifestazioni pacifiche organizzate nel 42° anniversario della Giornata della Terra, in particolare nella Striscia di Gaza, che  è stata testimone di manifestazioni pacifiche lungo il confine orientale della Striscia di Gaza, a cui  hanno partecipato diecimila Palestinesi disarmati, giovani, donne, bambini e anziani.

Il 13 aprile 2018, la Striscia di Gaza ha assistito a manifestazioni pacifiche a cui hanno partecipato diecimila civili palestinesi. Queste dimostrazioni non violente sono continuate sporadicamente durante il periodo di riferimento. 2 civili palestinesi sono stati uccisi e il bilancio delle vittime è salito a 29 palestinesi, tra cui 3 minori e un giornalista, dall’inizio delle manifestazioni nella Striscia di Gaza, il 30 marzo 2018. Inoltre, durante il periodo di riferimento, 393 civili palestinesi, tra cui 67 minori, 10 donne, 4 giornalisti e 3 paramedici sono stati feriti; 20 di loro hanno riportato ferite gravi. In Cisgiordania, le forze israeliane hanno ferito 17 civili palestinesi, tra cui 3 minori, in incidenti diversi.

L’alto numero di vittime nella Striscia di Gaza dimostra che le forze israeliane continuano a commettere crimini e fanno uso di forza eccessiva contro i civili palestinesi nel pieno disprezzo delle loro vite e di una decisione politica ufficiale.

Traduzione per InfoPal di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"