Rapporto settimanale del PHCR sulle violazioni israeliane

Rapporto settimanale del PHCR – Palestinian centre for human rights – di Gaza sulle violazioni israeliane

Le forze d’occupazione israeliane (IOF) continuano i loro attacchi ai danni di civili e proprietà palestinesi nei territori occupati (oPt).
– Le IOF hanno continuato ad usare la forza contro proteste pacifiche in Cisgiordania.
– Un civile palestinese, che protestava pacificamente contro i tentativi delle forze israeliane di assaltare la moschea al-Aqsa, è stato ucciso durante la manifestazione tenutasi nella cittadina di al-Ram.
– 5 manifestanti, tra i quali un membro del Knesset israeliano ed uno del Consiglio nazionale palestinese, sono rimasti feriti a margine delle pacifiche manifestazioni svoltesi nel centro di Hebron.
-Le IOF hanno proseguito i bombardamenti e hanno continuato ad aprire il fuoco nella Striscia di Gaza.
– Un attivista della resistenza palestinese è stato ferito nella parte orientale di Gaza.
– Un tunnel e un container sono stati distrutti e danni sono stati causati a 3 abitazioni e a diversi uffici della Federazione internazionale di calcio nel nord della Striscia di Gaza.
– Le IOF hanno aperto il fuoco contro pescatori palestinesi mentre si trovavano a bordo dei propri pescherecci.
– Le IOF hanno condotto 58 incursioni ai danni di comunità palestinesi in Cisgiordania.
– Le IOF hanno fatto irruzione nelle sedi delle emittenti Watan TV e Quds TV, confiscando apparecchiature per la trasmissione ed altre proprietà.
– Le IOF hanno arrestato 40 Palestinesi, compresi 2 bambini.
– Israele ha continuato i propri sforzi al fine di creare la maggioranza ebraica nella Gerusalemme orientale.
– La municipalità israeliana ha rinominato l’area dell’aeroporto di Qalandia in “Dipartimento delle Terre d’Israele”.
– La chiusura di Silwan Charity e di Silwan Islamic è stata prorogata di un anno.
– Le IOF hanno proseguito nell’attuazione della politica di colonizzazione e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare civili e proprietà palestinesi.
– Le IOF hanno distrutto un pozzo, una cisterna, un caseggiato agricolo e sradicato 960 alberi da frutto a Hebron.
– Le IOF hanno confiscato 21 dunum di terreno agricolo a Salfit.
– I coloni israeliani hanno sferrato due attacchi a Hebron.
– I coloni israeliani hanno organizzato manifestazioni provocatorie sotto la protezione delle IOF.
– I coloni israeliani hanno fatto irruzione nei villaggi palestinesi imbrattandone i muri con scritte razziste anti-arabe e con slogan di scherno nei confronti del profeta Muhammad.
– Le IOF hanno continuato i loro attacchi ai danni dei pescatori palestinesi.
– Le IOF hanno aperto il fuoco contro le imbarcazioni dei pescatori palestinesi al largo della costa di Deir al-Balah e hanno confiscato le loro reti da pesca.
– Israele ha continuato a imporre la chiusura totale dei territori occupati, isolando la Striscia di Gaza dal mondo esterno.
– Le IOF hanno arrestato 9 Palestinesi, compresi 3 bambini, presso vari checkpoint della Cisgiordania.
– Le IOF hanno maltrattato uno studente a Hebron.

Sommario
Le violazioni israeliane ai danni della legge internazionale e di quella umanitaria sono continuate nel periodo oggetto di questo rapporto (23-29 febbraio 2012).
In breve:
In Cisgiordania, il 24 febbraio 2012, le IOF, facendo un eccessivo ricorso alla violenza, hanno ucciso un manifestante che stava partecipando alla protesta pacifica di al-Ram nei confronti dei tentativi israeliani di assaltare la moschea al-Aqsa.
Il 26 febbraio 2012, le IOF hanno sparato proiettili di gomma e granate acustiche contro i Palestinesi nel villaggio di al-Ram, a nord di Gerusalemme, ferendo un membro del Centro per la difesa civile palestinese.
Nel periodo riportato, le IOF hanno fatto eccessivo uso della violenza in Cisgiordania al fine di disperdere manifestazioni pacifiche che erano state organizzate per protestare contro la politica colonizzatrice israeliana e la costruzione del Muro d’annessione. Come risultato, 5 palestinesi, compreso un membro del Knesset e uno del Consiglio nazionale palestinese, sono rimasti feriti in conseguenza dell’utilizzo, da parte delle IOF, di proiettili al ghiaccio secco. Dozzine di altri manifestanti hanno accusato malori a causa dell’inalazione di gas lacrimogeno.
Il 28 febbraio 2012, nella Striscia di Gaza, le IOF hanno aperto il fuoco contro i manifestanti che stavano prendendo parte a una protesta pacifica nel nord della Striscia. Non sono state riportate conseguenze.
Il rapporto completo è disponibile al seguente indirizzo:
http://www.pchrgaza.org/portal/en/index.php?option=com_content&view=article&id=8216:weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-23–29-feb-2012&catid=84:weekly-2009&Itemid=183

 

 

tag: , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"