Rappresentante per l’Infanzia all’Onu chiede di inserire Israele nella lista nera del terrorismo

Nazaret-PIC. ll rappresentante speciale all’ONU per l’infanzia e i conflitti, Leila Zerrougui, ha raccomandato di mettere sulla lista nera l’esercito israeliano, insieme alle organizzazioni terroristiche che sono coinvolte in Crimini di guerra contro bambini, secondo quanto hanno riferito giovedì media israeliani.
Il giornale di Yediot Aharanot ha rivelato che la black-list dell’ONU, che deve essere divulgata nei prossimi giorni, include al-Qaeda, Talebani, e lo Stato Islamico, in aggiunta ad altre organizzazione terroristiche.

Il consiglio si basa su un rapporto che conferma la partecipazione d’Israele negli omicidi di più di 500 bambini palestinese e il ferimento di altri 3300 durante la sua aggressione dell’estate scorsa contro Gaza.
Secondo il giornale, “il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, tende a rigettare la raccomandazione a causa delle pressioni continue di Israele e delle sue minacce”.

Il giornale ha anche sottolineato che le istituzioni per i Diritti Umani pro-palestinesi stanno facendo pressione per far passare la raccomandazione.

Un alto funzionario delle Nazioni Unite ha invitato Ki-moon a ignorare le pressioni israeliane e a mettere l’esercito d’Israele sulla black-list.

Traduzione di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"