Rassegna stampa del 3 e 4 maggio.

Rassegna stampa del 3 e 4 maggio.

A cura di Chiara Purgato.

http://www.loccidentale.it/

M.O. Netanyahu Al Cairo, incontro con Mubarak su negoziati

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è atteso oggi al Cairo per un incontro con il presidente egiziano Hosni Mubarak incentrato sui negoziati di pace indiretti con i palestinesi che dovrebbero prendere il via a giorni.

Come riferisce la radio dell'esercito israeliano, i colloqui dovrebbero essere dedicati in particolare alla situazione a Gaza, territorio palestinese sotto il controllo di Hamas, al traffico di armi attraverso i confini tra Gaza e l'Egitto e alla richiesta avanzata nei giorni scorsi dal Cairo per un'ispezione internazionale agli impianti nucleari che si troverebbero nello Stato ebraico.

Secondo la stampa israeliana, i colloqui indiretti, mediati dall'inviato Usa George Mitchell, dovrebbero prendere il via mercoledì, ma per il momento non c'è alcuna conferma ufficiale.

 

http://www.blitzquotidiano.it/

Cisgiordania: incendio doloso in moschea, tensione tra israeliani e palestinesi

S’infiamma il Medioriente: nella n0tte una moschea del villaggio di Luban a-Sharkya, vicino a Nablus (Cisgiordania settentrionale), è stata danneggiata da un incendio doloso.

Le autorità militari israeliane hanno aperto un’inchiesta per accertare le circostanze dell’incendio, ma secondo gli abitanti del villaggio palestinese non c’è dubbio che sa stato appiccato dai coloni della zona.

Gli  esperti dell’esercito israeliano vogliono anche verificare se l’edificio non sia arso per un corto circuito. Fonti locali, citate dalla stampa, precisano che nella nottata veicoli non identificati hanno attraversato Luban a-Sharkya in circostanze sospette e che poco dopo si sono innalzate la fiamme. I coloni degli insediamenti ebraici vicini replicano di essere del tutto estranei alla vicenda.

Un episodio analogo si verificò nel dicembre scorso: allora lo Shin Bet (il servizio di sicurezza interno) fermò alcuni coloni estremisti ma in assenza di prove concrete a loro carico li rimise in libertà.

 

 

http://www.rainews24.rai.it/

Tank israeliani a Gaza

Otto carri armati israeliani e un bulldozer, con l'appoggio aereo di un elicottero, sono penetrati questa mattina per 400 metri all'interno della Striscia di Gaza, secondo alcuni testimoni legati a Hamas.

Otto carri armati israeliani e un bulldozer, con l'appoggio aereo di un elicottero, sono penetrati questa mattina per 400 metri all'interno della Striscia di Gaza, secondo alcuni testimoni legati a Hamas. 
Il bulldozer lavorato sui resti di una moschea danneggiata durante l'operazione Piombo fuso condotta dall'esercito israeliano a fine 2008 – inizio 2009.  

Hamas è al potere nella Striscia dall'esteta 2007. Il governo di Gaza non riesce a far fronte alla crisi economica che sta attraversando e, mentre in città il malcontento si fa sempre più forte, l'amministrazione ha confermato che non è in grado di pagare per
intero gli stipendi di 32mila dipendenti, nonostante la recente introduzione di nuove tasse. “Entro la fine della settimana il governo pagherà per intero gli stipendi solo di coloro che guadagnano” meno dell'equivalente di 400 dollari al mese, si legge in una nota di Ismail Mahfouz, direttore generale del ministero delle Finanze di Hamas.
Coloro che invece nella busta paga solitamente ricevono oltre mille dollari, questo mese se ne vedranno riconosciuti 400.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"