Report settimanale del Pchr sulle violazioni israeliane nei TO

PCHR-Palestinian centre for human rights 

Report settimanale (17-23 aprile 2014).

Le forze israeliane continuano gli attacchi sistematici contro civili e proprietà palestinesi nei Territori palestinesi occupati (oPt).

· Un drone israeliano ha colpito 2 membri di un gruppo armato nel nord della Striscia di Gaza, che sono rimasti feriti.

– 13 passanti civili, tra cui 5 bambini, sono rimasti feriti.

· Gli aerei da guerra israeliani hanno compiuto 6 attacchi aerei contro obiettivi civili e siti paramilitari nella Striscia di Gaza.

– Il membro di un gruppo armato ha sostenuto ferite di lievi entità.
– Una stalla per il bestiame è stata distrutta, 18 pecore e una mucca sono morte e il fienile e le finestre di 5 case hanno subito danni.

· Le forze israeliane hanno continuato ad aprire il fuoco nella zona di frontiera con la Striscia di Gaza.

– Un civile palestinese ha subito  ferite di media entità nel nord della Striscia di Gaza.

· Le forze israeliane hanno continuato a usare una forza eccessiva contro manifestanti pacifici in Cisgiordania.

– Un civile palestinese è stato ferito durante la protesta settimanale a Bil’in, a ovest di Ramallah.

· Le forze israeliane hanno condotto 82 incursioni nelle comunità palestinesi in Cisgiordania.

– 35 civili palestinesi, tra cui 3 bambini, sono stati arrestati.

· Israele ha continuato ad imporre una chiusura totale sui oPt e ad isolare la Striscia di Gaza dal mondo esterno.

– Le forze israeliane hanno istituito decine di posti di blocco in Cisgiordania.

– Almeno un civile palestinese è stato arrestato al check-point in Cisgiordania.

– Un bambino palestinese è stato arrestato al confine tra la Striscia di Gaza e Israele.

· Le forze navali israeliane hanno continuato a colpire i pescatori palestinesi in mare.

– La marina israeliana ha aperto il fuoco 3 volte contro i pescatori in mare nel nord e nel sud della Striscia di Gaza, ma non si segnalano feriti.

· Le forze israeliane hanno continuato a sostenere le attività di insediamento in Cisgiordania e i coloni israeliani hanno continuato ad attaccare civili e proprietà palestinesi.

– I coloni hanno dato fuoco ad una allevamento di pollame nel villaggio di Madama, a sud di Nablus.

– 79 alberi di ulivo sono stati tagliati, a nord-ovest di Ramallah.

Riassunto

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei oPt sono continuate nel periodo di riferimento (17-23 aprile 2014).

Colpiti

Nel periodo in esame, le forze israeliane hanno ferito 18 civili palestinesi in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, tra cui 5 bambini e 3 membri di gruppi armati. Aerei da guerra israeliani hanno effettuato 6 attacchi aerei contro obiettivi civili e centri di formazione nella  Striscia di Gaza, mentre la marina militare israeliana ha effettuato 3 attacchi contro i pescherecci palestinesi.

Il 18 aprile 2014, un civile di 24 anni, di Jabalia ha subito una ferita d’arma da fuoco alla gamba sinistra, quando le forze israeliane di stanza lungo il confine, a est della città di Jabalia, hanno aperto il fuoco contro un gruppo di giovani vicino al confine.

Il 21 aprile 2014, il membro di un gruppo armato è stato ferito da un aereo da guerra israeliano che ha attaccato il sito paramilitare di un gruppo armato palestinese, a sud est di Deir al-Balah nella zona centrale della Striscia di Gaza.

Il 23 aprile 2014, un drone israeliano ha colpito 2 membri di un gruppo armato su una moto nel villaggio di Beit Lahia, nel nord della Striscia di Gaza. I 2 membri e 13 civili, tra cui 5 bambini, sono stati feriti.

Nel contesto degli attacchi aerei, il 21 aprile 2014, aerei da guerra israeliani hanno lanciato 6 attacchi aerei contro obiettivi civili e siti paramilitari in tutta la Striscia di Gaza. Una stalla per il bestiame e un carro sono stati distrutti e 18 pecore, una mucca , 10 polli e 10 conigli sono morti. Inoltre, un fienile vicino e 2 carri sono stati danneggiati e le finestre di 5 case rotte.

Nel contesto degli attacchi ai pescatori in mare, il 17 aprile 2014, le forze navali israeliane hanno aperto il fuoco contro pescherecci palestinesi al largo di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza, ma non sono stati segnalate vittime o danni materiali.

Il 17, 22 e 23 aprile 2014, le forze navali israeliane hanno aperto il fuoco contro pescherecci palestinesi che navigavano a 3 miglia nautiche a nord-ovest della costa di Beit Lahia, nel nord della Striscia di Gaza, e al largo di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza.

In Cisgiordania, le forze israeliane hanno fatto uso eccessivo della forza contro manifestazioni pacifiche organizzate dai civili palestinesi, attivisti internazionali e israeliani per i diritti umani in segno di protesta contro la costruzione del muro di annessione e contro le attività di insediamento in Cisgiordania. Un civile di 19 anni, è stato colpito da un candelotto di gas alla mano destra, mentre decine di civili hanno sofferto per l’inalazione di gas lacrimogeno e altri hanno riportato lividi a seguito di percosse da parte dei soldati israeliani.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"