Report settimanale del PCHR sulle violazioni israeliane nei TPO

Gaza-PCHR. Le forze israeliane continuano i crimini sistematici nei Territori Palestinesi Occupati

(26 ottobre – 01 novembre 2017)

  • Un civile palestinese è stato colpito a morte e sua sorella è stata ferita dai coloni israeliani, a nord-ovest di Ramallah. 
  • 12 civili palestinesi, fra cui 4 minori, sono stati feriti in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.
  • Le forze israeliane hanno condotto 52 incursioni nelle comunità palestinesi della Cisgiordania e una nel sud della Striscia di Gaza.

– 70 civili, fra cui 9 minori e 3 donne e un giornalista, sono stati arrestati in Cisgiordania.

– 12 di loro, fra cui 2 donne, sono stati arrestati a Gerusalemme e nelle sue periferie.

– Una vecchia casa abbandonata è stata demolita nella zona di Erq al-Ras, a sud-est di Nablus.

– Gioielli sono stati rubati in una casa appartenente alla famiglia di Malek Hajeh nel quartiere Kenar a Dura.

  • Le autorità israeliane continuano a creare una maggioranza ebraica nella Gerusalemme est occupata.

– Le forze israeliane hanno smantellato una tenda per riunioni installata dal Comitato per la Difesa dei Beni Immobili nel quartiere al-Bustan a Silwan.

  • Le forze israeliane continuano le attività di insediamento nella Cisgiordania
  • Le forze israeliane hanno bloccato i lavori di recupero del Comune di Salfit e hanno minacciato di confiscare i suoi automezzi.
  • Le forze israeliane hanno demolito un laboratorio di lavorazione della pietra nel villaggio di Barta’ah, a sud-ovest di Jenin.
  • I coloni hanno sradicato 40 ulivi dalle ​​terre del villaggio di Jeenasafout, a est di Qalqilya.
  • Le forze israeliane hanno continuato a colpire i pescatori palestinesi nel mare della Striscia di Gaza.
  • Le forze israeliane hanno diviso la Cisgiordania in cantoni e hanno continuato a imporre la chiusura illegale alla Striscia di Gaza per il decimo anno.

– Decine di check-point temporanei sono stati stabiliti in Cisgiordania e altri sono stati ristabiliti per ostacolare la circolazione dei civili palestinesi.

– 3 civili palestinesi sono stati arrestati presso i check-point in Cisgiordania.

Riassunto

Le violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto internazionale umanitario nei Territori Palestinesi occupati sono proseguite nel periodo di riferimento (26 ottobre – 1 novembre 2017).

Colpiti

Durante il periodo di riferimento, il 31 ottobre 2017, i coloni israeliani hanno ucciso un civile palestinese e ferito sua sorella in Cisgiordania.

Le forze israeliane hanno ucciso 12 civili palestinesi, fra cui 4 minori. Sei di loro, compreso un minore, sono stati feriti in Cisgiordania mentre gli altri 6, tra cui 3 minori, sono stati feriti nella Striscia di Gaza.

Nella Striscia di Gaza le forze navali israeliane hanno continuato a perseguire i pescatori palestinesi in mare.

In Cisgiordania, il 31 ottobre 2017, un civile palestinese è stato ucciso e sua sorella è stata ferita quando i coloni israeliani all’entrata dell’insediamento “Halmish”, che si trova sulle terre di al-Nabi Saleh, a nord-ovest di Ramallah, hanno aperto il fuoco contro di loro. Le forze israeliane hanno affermato che l’auto guidata dal Palestinese “si è spinta verso i soldati all’ingresso dell’insediamento, quindi hanno pensato che il conducente avesse intenzione di attaccarli, investendoli. Hanno sparato contro l’auto, ferendo chi era all’interno”.  Un testimone oculare ha detto al collaboratore di PCHR che i coloni hanno aperto il fuoco contro l’auto ed è arrivata sulla scena del crimine solo una jeep militare israeliana. Una videocassetta ottenuta dal collaboratore mostra qualcuno mentre sta parlando con l’uomo ferito palestinese, morente.

Traduzione di Edy Meroli

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"